La Sutor batte Biella e vince il 1° Torneo Sutor Special Club

La Sutor si presenta a questa finale con le assenze di Andrews e Steele, che nella semifinale di ieri si è procurato una distorsione al ginocchio che verrà valutata nelle prossime ore con dei controlli strumentali.

Coach Recalcati manda in campo: Di Bella, Cinciarini, Slay, Burns e Mazzola. Risponde Biella con Robinson, Moore, Chrysikopoulos, Brackins e Mavunga. Partono forte i gialloblù, con due triple di Burns e Cinciarini. Un fallo antisportivo di Moore fa si che il risultato sia di 9 a 2. Ancora Burns con un tiro dalla media a segno costringe Cancellieri a chiedere il primo time out. I rossoblù rientrano più concentrati e si vede, guidati da Jaramaz ricuciono il distacco. Mazzola rientra sul parquet

con un vistoso ‘turbante’ in quanto aveva riportato una ferita sul volto nelle prime fasi di gara. Slay subisce fallo su tiro da 3 punti. Si chiude sul 19 a 17 per i gialloblù. Un ottima partenza per Montegranaro nel secondo quarto. La difesa è più attenta a coprire le sortite offensive degli avversari, e in attacco il solito Burns sembra incontenibile segnando con regolarità. Biella chiude il parziale di 8 a 0 della Sutor con una tripla di Mavunga. Una buona azione di Slay che tira al ventiquattresimo secondo è premiato dal canestro più fallo, non trasformato dalla lunetta. Moore e Brakins portano il risultato sul 28 a 30. Gran duello tra Slay e Jaramaz che segnano entrambi rispettivamente un tiro dalla media e una tripla con mano stampata in faccia. Il fischio per un contatto sul sutorino sancisce il 3 a 3 in questa sfida nella sfida. Un errore arbitrale, sull’ultimo tiro, consegna a Montegranaro l’ultima palla in mano. Dalla rimessa di Di Bella, palla a Mazzola che tira cadendo all’indietro siglando il 43 a 34.

 

Al rientro dagli spogliatoi la Sutor parte lo stesso starting five, mentre Cancellieri cambia solo  Jaramaz al posto di Moore tra i 5 titolari. Di Bella guida bene i suoi compagni costruendo buoni tiri ed eseguendo schemi che sembrano già collaudati. Sul 52 a 41 Biella chiama il time-out, e la musica cambia. E’ ancora Jaramaz a tagliare in due la difesa sutorina, ma Johnson e Burns segnano ed entrambi subiscono il fallo per il tiro supplementare che solo il Britannico realizza. La difesa a zona 3-2 provata da Recalcati non funziona, cosi il parziale si ferma sul 5-0 con un entrata in sottomano di Robinson. Da segnalare la spettacolare stoppata di Johnson su Robinson che voleva schiacciargli in faccia. Mazzola è costretto nuovamente a lasciare il parquet in quanto la ferita coperta in precedenza è tornata a sanguinare. Si chiude a 10’ dalla fine  sul +13 Sutor (47-60). Nell’ultima frazione Montegranaro è un po’ sulle gambe, anche perché le sue rotazioni sono ridotte all’osso dalle assenze dell’asse play-pivot titolari. Biella prova a rientrare pressando alta e costringendo la Sutor a tirare sempre all’ultimo secondo. Sono i rimbalzi in attacco a tenere a galla i gialloblù che con i secondi tiri riescono sempre a mettere fieno in cascina. Di Bella, sul 67-61, commette un fallo antisportivo su Jurak che costa 4 punti e riduce il gap a -2. Burns sbaglia un tiro comodo da 3 punti, ma si fa perdonare rubando un pallone a Mavunga che commette su di lui un fallo antisportivo. 0 su 2 dalla lunetta per il bianco americano e sulla seguente azione errore di Mazzola al tiro. Cinciarini recupera un pallone e lo perde subito cosi che il centro biellese possa comodamente appoggiare al vetro. Dall’altra parte Burns subisce fallo a 27” dal termine, ma non avendo raggiunto il bonus si rimette in gioco. Ultimo tiro gialloblù, a prendersi l’onere è Johnson che viene stoppato irregolarmente da Brackins, ma non sono dello stesso avviso gli uomini in arancio. La gara termina al quarantesimo in parità (67-67), ci sarà quindi bisogno dell’overtime per decretare il vincitore del torneo.

Nei primi 2 minuti si segna solo dalla linea della ‘carità’, poi Burns segna da 2 cadendo all’indietro. Risponde Chrysikopoulos con una tripla a portare Biella avanti 71-70. Gli animi si scaldano, la panchina protesta troppo, e Cancellieri si becca un tecnico. Dopo l’1 su 2 ai liberi di Slay gran gioco a due tra Burns e lo stesso Tamar che produce altri 2 punti per i sutorini. Jaramaz accorcia le distanze, ma è Cinciarini a riportare i suoi sul +5. Il serbo è sicuramente il più in palla, e con una tripla riporta a -2 i rossoblù. Ciniarini subisce fallo a 48” dal termine e finalmente non ne sbaglia nemmeno uno. Jurak dal pitturato segna subendo il fallo e realizza il libero supplementare. E’ ancora Cinciarini a subire il fallo e con un 2 su 2 ai liberi e una palla recuperata, si candida per il premio di MVP del torneo. Slay subisce fallo e anche lui non sbaglia. Si chiude il torneo sul 79 a 84.

Buone notizie in casa Sutor, il gruppo ha reagito bene anche nelle difficoltà degli ultimi giorni con gli infortuni prima di Andrews, poi di Steele. Recalcati ha saputo prendere dai suoi uomini qualcosa che non in molti si potevano aspettare. A questo punto non è certo il ricorso al mercato. Si dovrà attendere qualche ora per il responso dell’infortunio di Steele, poi si tornerà in palestra a preparare l’esordio in campionato di domenica ad Avellino.

MVP del Torneo: Christian Burns

ANGELICO BIELLA: Jurak 14, Chiacig 2, Raspino 2, Jaramaz 18, Mavunga 9, Uglietti , Cuccarolo n.e., Chrysikopoulos 8, De Vico n.e., Brackins 11, Moore 2, Robinson 13.

SUTOR MONTEGRANARO: Cinciarini 26, Panzini 2, Perini , Vallasciani n.e., Slay 19, Piunti 2, Campani 1, Di Bella 7, Mazzola 7, Johnson 5, Burns 15.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata