La Sutor balla coi Lupi. Per Pancotto esordio sfortunato e l’annuncio del nuovo ricorso al mercato.

Chissà se in settimana il GM Santoro chiamerà in Lega per chiedere di giocare più spesso con Avellino in campionato… Ma ancor più che in Irpinia, la Sutor ha disputato una prova maiuscola.

 

E’ evidente che il passivo finale è stato influenzato dalla situazione particolare che sta vivendo la Sidigas che ha portato al terzo cambio in panchina dell’anno con l’ingaggio del sangiorgese Cesare Pancotto. Ma i problemi dei bianco verdi sembrano più mentali che tecnici o fisici, quindi, se avrà modo di lavorare, l’esperto coach marchigiano potrà sicuramente portare alla salvezza i Lupi.

 

Per Montegranaro tante buone notizie e belle prestazioni: su tutte quelle di Steele, Cinciarini e Burns. Ma in una giornata dove è stato il gruppo a fare egregiamente in tutti i suoi interpreti, può risultare fuorviante indicare dei singoli come MVP.  E questo sarà renderà ancor più felice Recalcati in vista delle prossime 12 gare di campionato. Attualmente, visti anche gli altri risultati, potrebbero bastare anche solo altre 3 vittorie per poter realizzare il sogno dell’ottavo campionato consecutivo nella massima serie, ma è ancora presto per parlarne.

Ora per i gialloblù due trasferte difficilissime da affrontare, a Sassari e Bologna, per arrivare alla sosta per la Coppa Italia (la prima senza sa Sutor dopo 6 anni). Si tornerà poi al Pala Rossini per un ulteriore scontro salvezza da vincere contro Caserta.

Dando un’occhiata ai tabellini: Burns top scorer con 17 punti, Cinciarini segue con 16, poi ben 3 giocatori con 12 punti Steele, Johnson e Amoroso. Per Avellino 17 punti per Richardson, 12 per Ivanov con 8 rimbalzi e 12 anche per Shakur.

A margine, Pancotto ha confermato che la società sta sondando il mercato per aggiungere una pedina nel roster. Chi sarà in procinto di lasciare l’Irpinia?

Breve cronaca dell’incontro:

La Sutor parte con: Steele, Cinciarini, Slay, Mazzola e Burns.

Risponde Avellino con: Shakur, Dean, Richardson, Ivanov e Johnson .

Dirigono l’incontro Begnis, Weidmann e Calbucci.

 

Inizio lento per entrambe le formazioni, dopo 4’ di gioco la Sutor è avanti 5-3. Iniziano i primi cambi ed i padroni di casa allungano: al 7’ 14-7. E’ positivo l’impatto del poco utilizzato Campani, che con un gioco da 3 punti porta i marchigiani al massimo vantaggio +11 (20-9). Il primo quarto si chiude sul 24-14. Al rientro in campo Pancotto sembra aver trovato un quintetto più equilibrato e grazie ad un paio di penetrazioni di Shakur si rifà sotto. Ma un gioco da 4 punti di Cinciarini rende tutto vano e riporta il distacco in doppia cifra. I possessi si susseguono ma la sostanza non cambia, il ritardo dei lupi oscilla sempre tra i 10 e i 15 punti. Alla fine del primo tempo Montegranaro è avanti di 13 (47-34).

In apertura di ripresa due triple di Burns e Amoroso e due tiri liberi di Slay portano il vantaggio a +20 (55-35). Da segnalare una giocata incredibile di Dean che lo porta a segnare da circa 9 metri. Pancotto prova a chiamare time-out per dare una scossa ai suoi giocatori. Dai tanti tifosi bianco verdi arrivati ad Ancona piovono insulti verso Dragovic. Le triple fioccano, altre 2 le sono messe a segno da Kyle Johnson e Burns cosi da aumentare il distacco e portarlo a 25 lunghezze (69-44). Gli ultimi minuti sono solo poco più di un allenamento. Curioso da segnalare i primi punti in serie A per Pnazini e Perini.

 

Dichiarazioni in sala stampa:

 

Pancotto:  Complimenti a Montegranaro che ha fatto una partita intelligente sapendoci colpire in quelle che sono ad oggi le nostre più evidenti lacune. Noi abbiamo fatto una brutta partita, non abbiamo scusanti ma le cose vanno avanti e dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento per il sacrificio e la nostra difesa. Dobbiamo progredire nelle letture e nelle scelte offensive che facciamo.

Speravo in un esordio migliore ma non ho la bacchetta magica. La contestazione dei tifosi ci sta, non stiamo facendo un buon campionato, ma come le cose miglioreranno loro torneranno dalla nostra parte. Il problema non è tecnico ma mentale. Potrebbe anche esserci un nuovo innesto, ma non voglio usare questa cosa come scusa. Biligha è un giovane che potrà far bene.

 

Recalcati:  Molto bene la partita, l’abbiamo interpretata nel modo giusto, abbiamo focalizzato l’attenzione sulla difesa e ci siamo riusciti. Oggi abbiamo giocato per 40’ senza calare l’intensità. Abbiamo avuto risposte positive da tutti i giocatori che sono andati in campo, soprattutto sono felice per Luca Campani che avevo visto bene in allenamento ma che oggi ha confermato questa crescita. Nel secondo tempo abbiamo gestito Steele che non stava benissimo. Speriamo di portare questa barca in porto a fine campionato, prendendo coscienza che la strada giusta è questa qua. Vista la capacità realizzativa che abbiamo dobbiamo riuscire a far circolare la palla sempre meglio. Con Valerio ho litigato anche in passato, ma fortunatamente sempre positivamente e per il bene della squadra. Questa sera è accaduto questo ed è già tutto alle spalle. Le squadre in fondo nei gironi di ritorno hanno sempre fatto di più nei gironi di ritorno, non dobbiamo far conto sulle sconfitte degli avversari ma contare sulle nostre forze. Soprattutto in vista di gare a fine campionato che avendo poco senso scaturiscono risultati a sorpresa. Dobbiamo riuscire a vincere più gare del girone di Andata. Ora dobbiamo veder ripagato il lavoro che abbiamo fatto da Agosto ed oggi, e cercare di pareggiare con la nostra crescita le individualità dei giocatori che verranno ingaggiati dalle nostre dirette concorrenti per la salvezza.

 

Campani:   Sono sempre stato pronto a giocarmi le mie chance. Sono contento per la fiducia che mi ha dato il coach. Il girone di ritorno non poteva cominciare meglio, ora siamo anche 2 a 0 negli scontri diretti con Avellino e questo sarà importante. Dobbiamo cercare di limitare i black out che ci hanno limitato nel girone d’andata. Non ho rubato il posto a Freimanis, c’è posto per tutti e spero di sfruttarlo sempre al meglio come oggi.

 

 

Sutor Montegranaro – Sidigas Avellino 95 – 71  (24-14, 47-34, 76-54)

Sutor Montegranaro: Steele 12, Cinciarini 16, Slay 6, Freimanis 2, Campani 5, Di Bella 6, Mazzola 2, Johnson 12, Burns 17, Amoroso 12, Perini 2, Panzini 3. All. Recalcati.

Sidigas Avellino: Ronconi n.e., Biligha 6, Richardson 17, Spinelli , Ivanov 12, Tamarro n.e., Hardy 5, Dragovic 3, Riccio n.e., Shakur 12, L.Johnson 8, Dean 8. All. Pancotto.