La Reyer è letale e non concede sconti, Cremona cade anche in gara-3 72-99. Per Venezia è semifinale.

L’Umana Reyer Venezia supera al PalaRadi la Vanoli Cremona per 72-99 chiudendo il barrage dei Quarti di Finale per 3-0 e accede in semifinale Scudetto. Un match che ha sempre visto avanti i campioni d’Italia dal 2-4 iniziale con la Vanoli mai a impensierire gli avversari semplicemente più forti e preparati. Il marchio di fabbrica del il tiro da tre della squadra di Sacchetti è stato ben anestetizzato dalla Reyer (0/8 nel primo tempo, 4/21 alla fine), Venezia ha sempre controllato il match grazie alla solidità del suo roster (sei giocatori in doppia cifra) nonostante 13 palle perse. Daye decisivo nel primo tempo che ha indirizzato il match con 10 punti nei primi 10′, Peric e Biligha nella ripresa. Per Cremona finisce una stagione senza rimpianti con ottimi risultati (Semifinali di Coppa Italia, Qualificazione ai Playoff) e termina con una sconfitta la carriera da giocatore di Drake Diener.
Ora la Reyer Venezia di Walter De Raffaele dovrà attendere per sapere chi affrontare in semifinale tra Avellino e Trento (Serie sul 2-1 per Trento).

CRONACA_ In avvio le triple di Bramos e Daye danno già una piccola spaccatura al match portando gli ospiti sul 8-14 dopo 5′ grazie anche ai liberi di Tonut. Ancora Daye e Tonut con un ottimo impatto danno il +7, poi un assist di Daye per Biligha dà il 11-20 dopo 8′, time-out Sacchetti. Austin Daye (10 punti nel 1° quarto) e una schiacciata di Jenkins portano la Reyer sul +12. Un canestro di Drake Diener chiude i primi 10′ sul 15-25 per Venezia. A inizio seconda frazione, Peric e Biligha fanno la voce grossa sotto canestro, 19-34 al 14′. Cremona risponde con le folate di Johnson-Odom e Martin che fanno alzare il decibel del PalaRadi, 28-35 al 16′. Cremona continua però a non metterla da tre (0/8 nei primi 20′) così Venezia, seppur perdendo alcuni palloni gravosi, (Biligha ne perde 5 nel secondo quarto) con Watt, Daye e Bramos fa un break di 0-10 volando sul +17 prima del canestro di Fontecchio. Dopo il time-out veneziano, 2/2 ai liberi di Johnson-Odom e un dubbio fallo sul tiro da tre del n°0 di casa su De Nicolao consegna il 2/3 dalla lunetta e il 32-47 alla fine del primo tempo tra le proteste del pubblico di casa per discusse decisioni arbitrali.
Si torna in campo e Biligha con sei punti personali risponde ai tentativi della Vanoli di recuperare, la schiacciata in contropiede di Bramos consegna il +18 veneziano, 41-59 al 25′. Peric da sotto e una tripla di Jenkins danno all’Umana Reyer il +21 al 27′, 47-68. Sussulto d’orgoglio di Cremona con Milbourne, 52-68 al 29′, time-out De Raffaele. La tripla di Portannese e Peric con il gancio chiudono il terzo quarto sul 55-70. Ultimo periodo. Sacchetti prova inizialmente il quintetto piccolo con lunghi Gazzotti – Milbourne, ma ciò non sortisce effetto perchè Venezia con Biligha e Bramos si porta sul +21, 57-78 a 7’35”, time-out Vanoli. Cremona si arrende praticamente, in attacco non punge più l’ottima difesa lagunare e Tonut con l’aiuto di Sosa mette il +25, 59-84 a 5’18” dal termine. Il finale di match è normale amministrazione per la Reyer che raggiunge pure i 30 punti di vantaggio. Da menzionare il lungo applauso di tutto il palasport riservato all’uscita dal campo di Drake Diener, ultima partita da giocatore. Finisce 72-99. Venezia è in semifinale Scudetto.

MVP BasketItaly.it: Austin Daye.

Vanoli Cremona – Umana Reyer Venezia 72-99 (15-25; 32-47; 55-70)

Cremona: Johnson-Odom 21, Martin 6, Gazzotti 2, Diener T. 4, Ricci, Ruzzier 4, Portannese 3, Fontecchio 9, Sims 6, Diener D. 9, Milbourne 8. Coach: Romeo Sacchetti.

Venezia: Haynes 2, Peric 13, Sosa 10, Bramos 12, Tonut 13, Daye 19, De Nicolao 2, Jenkins 7, Bolpin 3, Ress, Biligha 14, Watt 4. Coach: Walter De Raffaele.

Arbitri: Manuel Mazzoni, Gianluca Sardella e Evangelista Caiazza.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *