La NoviPiù si scioglie dopo tre quarti, Cantù vince 70-55

Come da pronostico è la Bennet Cantù ad aggiudicarsi l’anticipo dell’undicesima giornata di ritorno del campionato di Serie A, contro la NoviPiù  Casale Monferrato, per 70-55. La squadra di coach Andrea Trinchieri, priva di Micov e Shermadini, ha dovuto combattere per ben tre quarti contro la NoviPiù prima che la maggior esperienza degli uomini di casa avesse la meglio. Devastante la prova del lungo Maarten  Leunen autore di 20 punti (3/4 da due e 4/6 da tre) e 6 rimbalzi, MVP della gara senza ombra di dubbio. In termini di classifica Cantù sale a quota 34, staccando di quattro lunghezze la EA7 Milano (impegnata domenica sul campo di Montegranaro). Situazione sempre più complicata, invece, per la NoviPiù che, in caso della vittoria interna di Teramo contro Caserta, si troverebbe da sola e staccata di sei punti proprio dalla Banca Tercas.

Cronaca
Dopo un avvio di partita abbastanza statico e ricco di tanti errori ci pensa Ricky Minard, dopo un minuto di gioco ad svegliare il pubblico pagante con il primo canestro della gara e con una gran stoppata rifilata a Perkins. Markoishvili risponde per i padroni di casa ma Martinoni e Chiotti allungano sul 2-6 al 5’. Cantù fatica a carburare, complice l’ottima difesa della NoviPiù, ma riesce ugualmente a trovare i canestri di Leunen e Mazzarino che valgono il pareggio a quota 9. La tripla del capitano ospite, Nnamaka, allontana una positiva Casale e il quarto termine 11-12. Nel secondo periodo la Bennet, con la tripla di Markoishvili e il successivo canestro di Brunner, trova il primo vantaggio della gara portandosi sul 16-12 ma Nnamaka, con la sua seconda tripla di fila, mantiene Casale Monf. in contatto e le da la verve giusta per riprendersi la testa della gara, con il 5-0 firmato Minard-Gentile, che fissano il punteggio sul 18-22 e costringendo Trinchieri al timeout. Dal minuto di sospensione i ragazzi della Bennet escono completamente trasformati e mettono subito in chiaro le cose, chiudendo ogni porta in difesa e infierendo un pesante parziale di 10-1 grazie ai canestri di Leunen e alle conclusioni dall’arco dei 6,75 di Basile e Mazzarino, che ferma lo score sul 28-23 al 18’. In chiusura Janning e Minard accorciano le distanze e mandano le squadre a riposo sul 30-27.

Casale Monferrato parte ancora una volta molto bene e le triple di Janning e di Gentile le consentono prima di pareggiare i conti e poi di rimettere nuovamente il naso avanti al 24’ (34-37). Cantù, però, non si scompone e affidandosi ad uno strepitoso e implacabile Leunen risale e, dopo soli due minuti, ritrova la testa della gara per 40-39. Alla fine del quarto la NoviPiù resta ancora attaccata alla partita (44-43). La grande generosità messa in campo da Casale sembra essere in calo e il maggior talento dei giocatori di Cantù le permettono di scavare il primo, e definitivo, solco della gara arrivando a toccare anche la doppia cifra di vantaggio (58-48) al 35’. Casale spreca la possibilità di accorciare con Minard e la tripla dell’intramontabile Gianluca Basile ribadisce il divario al 38’ (64-53). Il punteggio finale sarà di 70-55.

Bennet Cantù – Novipiù Casale Monferrato 70-55 (11-12, 30-27, 44-43)

Cantù: Leunen 20, Mazzarino 9, Basile 9, Cinciarini 8, Markoishvili 7, Brunner 6, Perkins 6, Marconato 5.
Casale: Chiotti 12, Minard 11, Janning 9, Gentile 6, Nnamaka 6, Stevic 4, Pierich 3, Martinoni 2, Temple 2.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata