La Juve resta a Caserta, Biella vince facile. 82-65 il punteggio finale

L’Angelico Biella ottiene la prima vittoria in campionato andando a battere una Juve Caserta mai scesa veramente sul parquet del Lauretana Forum. Una prova assolutamente incolore per gli uomini di coach Pino Sacripanti che non riescono a riproporre quanto di buono fatto vedere nella scorsa partita contro Cremona. Da salvare per i campani c’è solo il pivot Jeleel Akindele, autore di 21 punti e 5 rimbalzi ma anche di 9 palle perse. Per coach Sacripanti ci sarà molto da lavorare una volta tornati alla Reggia. Dopo due passaggi a vuoto, invece, riesce finalmente a sbloccare quello zero in classifica, invece, l’Angelico Biella con una bella e convincente prestazione. Su tutti da evidenziare le prestazioni di Russell Robinson autore di una prova da 28 punti, 7 rimbalzi, 4 assist e 7 falli subiti, e di Craig Brackins protagonista, invece, di una doppia doppia da 21 punti e 10 assist.

 

E’ la Juve ad aprire le danze con una schiacciata di Akindele alla quale segue il libero segnato da Jelovac. Brackins e Robins rispondono con due belle conclusioni e siglano il primo vantaggio Biellese al 4′ (5-4). La partita prosegue a strappi con le due squadre che giocano a continui sorpassi e controsorpassi con sempre gli stessi protagonisti a scrivere il proprio nome sul referto. Al 7′ Chatfield subisce fallo da Moore e va in lunetta a siglare il 2/2 dell’ultimo vantaggio Casertano (13-14). La Juve lascia ufficialmente la partita e Biella affonda il colpo con un parziale di 11-2 (mentre Caserta riesce a perdere addirittura 6 palloni in poco più di 4 minuti) che chiude i conti del primo quarto sul 24-16. Akindele prova a spronare i suoi con un mini-parziale di 4-0 che riporta gli ospiti sul -4 ma Biella non deve faticare molto per imporsi con un nuovo parziale (questa volta di 8-0) trovando così la prima doppia cifra di vantaggio della partita. Il canestro da sotto di Brackins fissa il punteggio sul 32-20 al 15′. Caserta prova a reagire ma nonostante l’attacco riesca a produrre finalmente qualcosa, due bombe piazzate da Jelovac e Chatfiel, in difesa non si riesce a trovare un modo per arginare i giochi dei ragazzi di coach Cancellieri. La Juve riesce comunque a limitare i danni e andare a riposo lungo sul 42-34.

Rientrati dagli spogliatoi il copione è identico a quello recitato fino a questo momento. Caserta trova il canestro con Michelori e Chatfield e al 25′ riesce a risalire fino al -7 (47-40) ma, in un amen, Biella vola nuovamente via con Robinson fa venire il mal di testa ai difensori campani, con due triple consecutive e un canestro in penetrazione, e con Juraz e Jaramaz bravi nel rifinire. L’unica risposta degli ospiti porta sempre e solo il nome di Jeleel Akindele. Al 30′ il punteggio è 61-49. Nell’ultimo periodo Caserta, tranne qualche sporadico canestro del povero Akindele, molla totalmente e sprofonda sotto i colpi di Robinson e Brackins arrivando sino al -19 (72-53) al 36′. La Juve tenta una reazione risalendo fino al -11 grazie ad un parziale di 8-0 ma siamo già garbage time. Nel finale di gara Biella scappa nuovamente e la partita si chiude sul punteggio di 82-65.

Clicca Qui per andare alle dichiarazioni del post-gara

Angelico Biella – Juvecaserta 82 – 65 (24-16, 42-34, 61-49)
Biella: Brackins 21, Jaramaz 7, Jurak 8, Robinson 28, Laganà 8, De Vico ne, Mavunga 4, Chrysikopoulos 2, Raspino, Monfermoso ne, Chiacig ne, Moore 4. Allenatore: Cancellieri
Caserta: Chatfield 13, Jelovac 13, Mordente 6, Akindele 21, Maresca 6, Wise, Gentile, Marzaioli ne, Cefarelli, Michelori 6, Jonusas. Allenatore: Sacripanti

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata