La domenica si apre con Sassari-Varese alle 12:00

38941378510_7b19d18c11_o-220x162.jpg

L’anticipo di mezzogiorno della seconda giornata vedrà una Sassari ancora in attesa di rompere il ghiaccio ospitare una Varese reduce dalla vittoria allo scadere contro Brescia. La Dinamo ha conquistato mercoledì a Lisbona (92-111) l’accesso alla FIBA Europe Cup, coppa disputata anche dalla Openjobmetis.

La palla a due verrà alzata al Palaserradimignidi Sassari alle 12:00, con diretta su Eurosportplayer.

QUI SASSARI

La Dinamo é reduce da una settimana impegnativa ma positiva perché, grazie alla trasferta vinta in Portogallo, si é garantita l’accesso alla fase a gironi della FIBA Europe Cup. Gli infortuni occorsi a Smith e Spissu hanno costretto i sardi ad andare sul mercato per ingaggiare il playmaker uruguagio Luciano Parodi e garantirsi di conseguenza maggior profondità nel reparto.

Così Esposito: “Parodi è alla prima esperienza in Italia quindi non dobbiamo caricare di troppe responsabilità questo giocatore. Certamente è uno che di mestiere fa il playmaker e quindi il suo inserimento ci permette di ruotare Gentile anche in altre posizioni, riportare Petteway nella sua posizione naturale e anche Bamforth nel proprio ruolo di guardia, che aiuta in fase di costruzione ma che deve essere, soprattutto, un finalizzatore. In questo Luciano Parodi – che è un elemento che gioca anche ad alti ritmi e quindi darà aggressività anche in difesa sul playmaker avversario – sarà sicuramente un’arma in più”.

Il tecnico della Dinamo vede nella transizione difensiva la chiave dell’incontro: “Varese è una squadra che prova a giocare ad alti ritmi. Se non riesce a farlo nei primi 8-10 secondi è una squadra che nei restanti 10-12 secondi ha un’esecuzione molto precisa. Una delle chiavi sarà quella di evitare di esporsi ai loro primi 7-8 secondi dove possono spingere con giocatori come Moore e Avramovic, che amano giocare in campo aperto, ed elementi come Iannuzzi ed Archie che possono giocare anche di corsa oltre che a difesa schierata. Dovremo poi cercare di adattarci alle caratteristiche individuali dei singoli giocatori, ci sarà bisogno di energia ma anche di tanta concentrazione per capire, nella seconda parte dell’azione, qual è il loro obiettivo”.

QUI VARESE

Non poteva iniziare meglio la stagione della Openjobmetis, che si é presa subito la rivincita su Brescia; lo scorso anno i varesini avevano ceduto il passo alla Leonessa nei playoff per 3-0 pur rimanendo in vantaggio per 110 minuti sui 120 totali. Sfida molto sentita già da questa estate e sottolineata dallo stesso coach Caja alla presentazione della squadra. Il morale é alle stelle ma potrebbe sopraggiungere la stanchezza anche mentale derivata dalla battaglia che ha visto prevalere i padroni di casa solo all’ultimo secondo. Strepitosa prestazione di Alexa Avramovic nella prima giornata con ben 30 punti messi a referto.

Coach Caja spera di poter ripetere la prestazione della scorsa partita, fondamentale anche visto il tasso tecnico e fisico proposto dalla compagine isolana.

“Affronteremo il Banco di Sardegna, una squadra con un talento offensivo estremamente importante grazie ad un roster profondo che può contare su giocatori capaci di fare canestro in tantissimi modi. Se a questo aspetto ci aggiungiamo l’alto livello di fisicità e dinamismo di giocatori come Cooley, Polonara, Pierre e Thomas e la qualità tecnica di esterni come Bamforth e Gentile, capiamo come mai, in sede di pronostico, Sassari sia stata annoverata come una delle migliori formazioni del campionato. Si è resa protagonista di un “prepotente” esordio in FIBA Europe Cup contro il Benfica, al quale ha rifilato oltre 50 punti di scarto in due partite, e questo testimonia che la squadra è viva e pronta nonostante il ko all’esordio in campionato contro Reggio Emilia. Per sperare di avere la meglio in un match così complicato, dobbiamo prestare molta attenzione su entrambi i lati del campo, lottando su ogni pallone sotto i tabelloni e limitando le palle perse. A livello di atteggiamento, se la squadra riuscisse a confermare la bella prestazione di domenica scorsa contro Brescia sarei molto soddisfatto”.

 

Nei 22 precedenti ufficiali Sassari ha avuto la meglio 13 volte e Varese ha sempre faticato al Palaserradimigni con solo 4 vittorie riportate in 11 incontri. Lo scorso anno vittorie sempre per la squadra in trasferta.