La decide De Vico. Reggio Emilia fa il colpaccio e batte Venezia 66-68.

La Grissin Bon Reggio Emilia sbanca il PalaTaliercio battendo l’Umana Reyer Venezia 66-68 e lascia l’ultimo posto in classifica conquistando la terza vittoria stagionale, per la squadra di Walter De Raffaele è crisi di risultati con il terzo ko consecutivo tra campionato e coppa. Nonostante l’assenza di Della Valle, quelle già note di Nevels e Chris Wright, la Reggiana ha tirato fuori gli attributi negli ultimi minuti di match complice anche, bisogna sottolinearlo, una Reyer sprecona sui due lati del campo che ha fallito con Peric i liberi e il canestro del sorpasso. Ma ciò non toglie i meriti a una Reggio che l’ha vinta con 16+9 rimbalzi di Jalen Reynolds, 11 di Markoishvili, 10 di Llompart chirurgico ai liberi (7/7) e 10 di un incredibile Niccolò De Vico, match winner del match con la tripla decisiva a circa 20” dalla fine e autore anche della bomba a fine terzo quarto da metà campo. Per Venezia non bastano le prove di Watt e Haynes.
Dopo l’incontro di Champions League mercoledì in Turchia a Bandirma contro il Banvit, Venezia sarà impegnata in campionato nel posticipo di domenica 17 Dicembre al PalaGeorge di Montichiari alle 20:45 in casa della capolista Germani Leonessa Brescia. La Reggiana invece, dopo il match di mercoledì in Eurocup al PalaBigi contro i lituani del Lietkabelis Panevezys, affronterà sabato prossimo in campionato sempre al PalaBigi alle 20:30 l’Openjobmetis Varese.

CRONACA_ In avvio (lancio di peluche per l’iniziativa “Teddy Bear Toss” ai primi punti dell’incontro firmati dalla schiacciata di Watt) Jalen Reynolds è scatenato per la Reggiana (12 punti nel primo periodo), ma Venezia prima con Watt e poi con Haynes risponde presente, 16-10 dopo 8′. Il primo quarto si chiude con le coppie di liberi di De Vico e Haynes per il 20-14 dopo 10′. Markoishvili e Mussini riducono le distanze, Haynes dimostra di essere in partita con un’ottima penetrazione, 22-18 al 13′. Reggio arriva sul -1 con il libero di Wright, ma la Reyer riprova l’allungo con Johnson e Watt, 28-19 al 15′. Julyan Wright sotto canestro cambia passo riportando gli ospiti a contatto (29-26 al 17′) con Reynolds e Llompart a mettere il sorpasso della Reggiana, 29-31 al 18′. Il solito Watt e un canestro stoppato irregolarmente su Orelik ribaltano il parziale per la Reyer, ma è solo un momento perchè Reggio, complice gli oro-granata molto pasticcioni, si riporta avanti con Candi e i liberi di Llompart chiudendo il primo tempo a favore sul 33-35.
Si ritorna in campo, per Venezia Mitchell Watt è la solita garanzia di punti sotto-canestro, 42-39 al 24′. Reggio nonostante il quarto fallo chiamato a Wright che lo esclude dai giochi rimane ancorata al punteggio e si riporta avanti con Mussini, 42-44 al 26′. Un antisportivo chiamato a Bolpin aiuta la Reggiana che con Llompart e Reynolds vola sul +6 al 28′. Solo i liberi di Orelik chiudono quasi 5′ di digiuno da parte di Venezia, 44-48 al 29′. Johnson mette il -2 ai liberi, Markoishvili segna un gioco da tre punti. Il quarto si chiude con le triple di Haynes e soprattutto quella incredibile di De Vico da centrocampo, 49-54 dopo 30′. Ultimo quarto. Gli ultimi 10′ iniziano con continui rimbalzi offensivi di Reggio che approfitta delle amnesie di Venezia con il canestro di Mussini per il 49-56 a 8’47” dalla fine, time-out di uno sconsolato De Raffaele. Venezia sbaglia molte occasioni per rifarsi sotto e Markoishvili mette il 51-58 al 32′. La partita si innervosisce con il tecnico chiamato a De Raffaele e il quinto fallo chiamato a Jalen Reynolds. Peric e la tripla di De Nicolao rinvigoriscono il PalaTaliercio e Menetti capendo la situazione chiama time-out, 56-58 al 35′. Peric e Orelik con le triple riportano avanti la Reyer sul 62-60 a 4′ dalla fine. Wright e White però rispondo presente, 64-64 a 1’57” dalla fine dopo time-out Venezia. Haynes mette il +2 Venezia, ma De Vico con la tripla a 20” scarsi mette la tripla del sorpasso Reggiana, 66-67. Peric subisce fallo e va in lunetta sbagliando entrambi i liberi, il rimbalzo è della Reyer e De Raffaele chiama time-out a 9’95” dalla fine. Peric sbaglia il contro-sorpasso tirando al volo, Venezia è così costretta a commettere fallo sistematico. Dopo il time-out di Reggio a 4’38” White dalla lunetta fa ½ sbagliando il secondo, la preghiera di Orelik da oltre meta-campo non entra. Finisce 66-68.

MVP BasketItaly.it: Niccolò De Vico.

Umana Reyer Venezia – Grissin Bon Reggio Emilia 66-68 (20-14; 33-35; 49-54)

Venezia: Haynes 16, Peric 10, Johnson 9, Green, Tonut, De Nicolao 3, Orelik 10, Bolpin, Ress, Biligha, Cerella, Watt 18. All. Walter De Raffaele.

Reggio Emilia: Mussini 6, J. Wright 8, Bonacini ne, Candi 2, White 5, Reynolds 16, Markoishvili 11, Cipolla ne, Dellosto ne, Llompart 10, De Vico 10. All. Massimiliano Menetti.

Arbitri: Michele Rossi , Fabrizio Paglialunga e Gianluca Calbucci.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata