Juve Caserta: gli obiettivi di mercato sono S.Gentile, Mazzarino e Moraschini

In casa Juve Caserta questa che comincia oggi Lunedì 2 Luglio dovrebbe essere la settimana dei primi arrivi di giocatori in bianconero per la prossima stagione 2012/13. Un nome in particolare dovrebbe accendere i cuori e le memorie del popolo casertano quello di Stefano Gentile figlio dell’indimenticato Nando capitano della Phonola Caserta scudettata nell’anno di grazia casertano 1991.  Stefano, play come papà Nando classe 1989,  nelle ultime stagioni è cresciuto alla corte di coach Marco Crespi a Casale Monferrato, e nell’ultima stagione ha disputato la sua prima annata da discreto protagonista in massima serie. Infatti il primo dei due figli di Nandokan partendo dalla panchina con il trascorrere della stagione si è ritagliato sempre maggiore spazio nelle rotazioni della squadra piemontese, chiudendo l’annata con 6,6 punti di media e quasi due assist in 17 minuti di gioco a partita. Nel caso di un approdo nella sua città natale Caserta per Stefano si tratterebbe di un ritorno, infatti forse non molti ricorderanno che Stefano ha mosso i primi passi da professionista nella stagione 2005/06 con l’allora Pepsi Caserta di coach Franco Marcelletti in Legadue. Un altro nome caldo per il mercato bianconero è quello del play-guardia uruguagio Nicolas Mazzarino in uscita da Cantù. L’ex capitano brianzolo a Caserta ritroverebbe un vecchio amico nel g.m. e coach Pino Sacripanti, che potrebbe far scattare la molla in Mazzarino per firmare con la società di Terra di Lavoro, altrimenti il cardinale (ndr così ribbattezzato nelle sue telecronache da coach Franco Casalini) dovrebbe far ritorno nel suo Uruguay dove ha già ricevuto numerose offerte dai club del suo paese natale. Infine un altro nome che potrebbe tornare utile in casa bianconera è quello di Riccardo Moraschini, guardia-ala  di proprietà della Virtus Bologna, ma visto nell’ultima stagione a pochi chilometri di distanza in Legadue con l’Igea Sant’Antimo. Infatti il bolognese nel caso in cui non dovrebbe rientrare nei piani di casa madre Virtus, vedrebbe di buon occhio l’opzione Caserta nella quale troverebbe quel coach Sacripanti, alle dipendenze del quale Moraschini già ha giocato nelle nazionali giovanili italiane.