I provvedimenti disciplinari in Lega A: quarto turno relativamente tranquillo

Di seguito le sanzioni disciplinari sancite dal Giudice Sportivo dopo i fatti accaduti sui campi di gioco di massima serie nella quarta giornata, nessuna particolare sanzione inflitta alle società, per quanto riguarda i giocatori solo una deplorazione per l’avellinese Ebi:


MONTEPASCHI SIENA. Ammenda di Euro 450,00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri

MONTEPASCHI SIENA. Ammonizione per guasto delle attrezzature obbligatorie (precision time).
CHEBOLLETTA CANTU’. Ammenda di Euro 1.080,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri per lancio di oggetti non contundenti (palle di carta) collettivo sporadico, senza colpire, per lancio di oggetti contundenti (una moneta) isolato e sporadico, senza colpire.
SAIE3 BOLOGNA. Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e tifosi ospiti
UMANA VENEZIA MESTRE. Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri
UMANA VENEZIA MESTRE. Ammonizione per rilevante irregolarità delle attrezzature obbligatorie (eccessiva lunghezza delle retine).
VANOLI CREMONA. ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.
NDUDI HAMANI EBI (Giocatore SIDIGAS AVELLINO) deplorazione per aver commesso un gesto minaccioso, espresso platealmente verso il pubblico, alla fine della gara.
JUVE CASERTA. Ammenda di Euro 450,00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri.