Hardy torna senza passaporto, nuova tegola per la Sidigas

La guardia americana Dwight Hardy della Sidigas Avellino, dopo le quasi due settimane trascorse in Congo, torna in Irpinia, ma a mani vuote. Infatti il miglior giocatore della Legadue dell’anno passato non è riuscito ad ottenere il passaporto congolese, che lo avrebbe fatto diventare comunitario.

Per la società come se non bastasse il negativo inizio di campionato con due sconfitte consecutive sul groppone, si aggiunge anche questa grana del passaporto di Hardy. Infatti ora dirigenza irpina e lo stesso staff tecnico di Giorgio Valli dovranno valutare a quale giocatore extracomunitario attualmente nel roster rinunciare, infatti non facendo coppe internazionali è difficilmente pensabile che Avellino possa scegliere la strada di volta in volta di portare un extracomunitario in tribuna. Comunque il settore dove la dirigenza interverrà nel caso di taglio di un elemento sarò quello degli esterni, dove a poter fare le valigie potrebbe essere lo stesso Hardy o uno tra Warren o Richardson.