Goss on fire guida Brindisi: piegata la Leonessa per 81-91

phil goss, brindisi, 2017-02-22

Succede di tutto al PalaGeorge di Montichiari nell’anticipo della 7° giornata di ritorno. Partita intensa e combattuta sino alla fine tra Brescia e Brindisi, che vede gli uomini di coach Sacchetti ribaltare la differenza canestri (83-91 dell’andata) e conquistare il secondo successo consecutivo. Ai padroni di casa non bastano i 22 punti di Moore e i 18 di Moss; per l’Enel è Goss il top scorer con 25 a referto, seguito dai 21 punti di M’Baye.

 

Apre proprio l’ala francese la prima frazione di gioco con 4 punti consecutivi, ma la stessa Brindisi non salta a rimbalzo e la Leonessa si affida a Landry. 10 pari dopo quattro minuti. L’Enel è ancora distratta in difesa e L. Vitali porta la Germani in vantaggio con il tiro dalla lunga distanza. Sbloccano Scott e Spanghero da tre, poi Goss realizza il facile sottomano che chiude il quarto sul 21-23.

Ci pensa Laganà a ridurre lo svantaggio dei padroni di casa, ma questa volta i pugliesi sono più cinici nella difesa a uomo e costringono i biancoblu lombardi a conclusioni forzate. Brindisi allarga il distacco dopo il fallo tecnico fischiato a coach Diana, fino a toccare il +10 che obbliga lo stesso allenatore al timeout. La Leonessa esce bene dal riposo in panchina e ottimizza un break di 5-0; 32-35 a tre minuti dall’intervallo. La buona reazione dei lombardi confonde i brindisini (12 palle perse in 20 min) che rosicano punti solo dalla lunetta. 40-42 al 20’.

Moss firma il nuovo -1 per la Germani, Brindisi attacca la zona fronte dispari e si riporta sul +4. L’Enel dorme in difesa e intanto Berggren e Moss esaltano il pubblico di casa con le soluzioni personali. Dall’altra parte c’è il cecchino di nome Goss che tira in sospensione da oltre i 6,75, Scott rapido come un treno inventa l’assist per M’Baye (57-63). Secondo  tecnico per coach Diana che abbandona il campo, Brescia è guidata dal vice e c’è subito Moss con la tripla del -2 a infiammare il pubblico del PalaGeorge. 64-66.

Presenti al tiro dalla lunga distanza anche Joseph e Spanghero che fanno respirare Brindisi. Stavolta è tecnico per coach Sacchetti dopo qualche lamentela di troppo, ma i lombardi non sfruttano a pieno l’occasione e subiscono la perfetta realizzazione del Goss on fire. Bushati ha la risposta pronta, Landry gioca in contropiede e scuote i suoi. 73-80 a quattro minuti dalla fine. L’Enel non molla la presa e seppur con qualche lacuna in difesa, galoppa in attacco con Scott a firmare il +10 a due minuti dal termine. Brescia rincorre con Landry e Moore ma ancora la guardia brindisina regala il massimo vantaggio alla squadra ospite. La Stella del Sud può così festeggiare al 40’ sull’81-91.

 

 

 

Tabellini

GERMANI BRESCIA: Laganà 3, Landry 10, Moore 22, Berggren 10, L. Vitali 5, Moss 18, Bushati 3, Burns 10.    Rimbalzi: 28           Palle perse: 11       Assist: 20

ENEL BRINDISI: Agbelese 0, Scott 17, Carter 12, Goss 25, Mesicek 2, Cardillo 0, M’Baye 21, Joseph 8, Spanghero 6.        Rimbalzi: 31         Palle perse: 17             Assist: 14

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *