Giro di boa del campionato: Varese attende una incerottata Fiat Torino

stanley okoye, varese

La quindicesima giornata di campionato rappresenta il momento in cui le società tracciano un primo bilancio della stagione: fra i promossi c’è sicuramente la Fiat Torino che ha raggiunto la qualificazione alla Final Eight dopo aver sconfitto Brescia e che a Varese giocherà per conquistare due punti che potrebbero farla finire anche in terza posizione.

Per Varese invece il giudizio è sospeso: dopo un ottimo inizio, la squadra di Caja vorrà interrompere a quattro la striscia di sconfitte consecutive che ha reso il clima piuttosto teso. La tensione ha raggiunto il culmine al ritorno dalla trasferta di Cremona,con quanto accaduto fra alcuni sedicenti tifosi e il Dg Coldebella.

Qui Varese

La società ha recentemente inserito a roster Vene ma continua a essere vigile sul mercato, vista anche l’assenza di Waller.

Caja nel presentare gli avversari sottolinea un dato “inusuale”, quelle delle recuperate, fondamentale nel quale la Fiat Torino è terza fra le 16 squadre di serie A:”Dovremo giocare con decisione, prendendoci dei rischi, perchè se saremo remissivi, avremo già perso in partenza. Da Vene non so cosa aspettarmi perchè è rimasto fermo tanto tempo: dobbiamo essere cauti con lui senza pretendere troppo”.

Il riferimento di Caja è forse alle percentuali al tiro da tre dei suoi: fra le mura amiche nelle partite vinte l’OpenjobMetis tira col 40% mentre nelle sconfitte con appena il 18%. Nel roster però i tiratori non mancano, a mancare è invece la costanza, su tutti da parte di Okoye.

Qui Torino

Coach Banchi, non appena intascato il pass per le Final Eight, ha già posto lo sguardo al prossimo obiettivo, quello dei playoff, parlando di un girone di ritorno da 16 partite nel quale non è permesso distrarsi vista la classifica “corta”:”Incontreremo un avversario affamato e agguerrito che vorrà portare la partita sui binari a sè più congeniali. Ha un’ottima organizzazione e in casa esprime il meglio del proprio potenziale”.

Un occhio però va anche alla Top 16 nel quale l’Auxilium vuole giocarsi le proprie carte: lo stop contro lo Zenit San Pietroburgo al di là del risultato negativo, ha rafforzato tale convinzione. Contro Varese non ci sarà Mbakwe mentre il minutaggio di Washington sarà limitato a causa del problema alla gamba che si porta dietro dal match del 2 Gennaio contro il Bayern.

La chiave tattica

Per trovare di nuovo il successo servirà avere impatto sotto canestro con Tyler Cain ma ancor più importante sarà, come detto prima, la percentuale al tiro da tre: i tiratori in grado di segnare non mancano, ad esempio Okoye, Hollis e Ferrero.

Per la Fiat, come accaduto nelle ultime uscite, il mantra è sempre quello della difesa e ritmi alti, filosofia che permette ai tre tenori Garrett, Vujacic e Patterson di esprimere al meglio il proprio potenziale. L’ex Atlanta Hawks è stato l’MVP dell’ultimo turno di campionato e ha proseguito anche in Eurocup con cifre sontuose. E l’ultimo successo in trasferta per la Fiat è datato 5 Novembre, sul campo delle Reyer Venezia, con Patterson che concluse il match con 25 e i canestri decisivi nel finale. Se due indizi fanno una prova dalle sue mani dipenderà l’esito del match.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *