Fitipaldo trascina Capo d’Orlando: vittoria 90-77 su Torino

bruno-fitipaldo-capo-dorlando-2016-10-02

Capo d’Orlando si conferma la bestia nera di Torino e la batte per la quinta volta consecutiva in campionato: 90-77 il punteggio al termine di una partita quasi sempre condotta dai padroni di casa.

L’avvio è sprint da entrambe le parti, basta leggere il punteggio di fine primo quarto: 23-26. White è a tratti incontenibile e non a caso è da lui che vanno Wright e compagni per concludere la maggior parte delle azioni offensive.

La Betaland non sta a guardare: Delas si rende protagonista in un paio di situazioni sia concludendo a canestro sia servendo i compagni: 4, alla fine, i suoi assist, segno che anche i lunghi, nella costruzione del gioco di Capo d’Orlando, hanno la loro importanza. E’ così anche per Antonio Iannuzzi, che si sbatte, lotta, va a rimbalzo e non ha paura di sfidare il ben più esperto White nell’uno contro uno. Chiuderà con 8 punti, 6 rimbalzi e 4 assist, mica male per uno che da poco ha iniziato a calcare i parquet della Serie A.

Nel miglior momento di Torino si accende Stojanovic, che con grande prepotenza si butta dentro e segna i punti che permettono alla Betaland di scavare il primo solco. Il serbo è bravo ad aspettare il suo momento, e anche se il tiro da fuori non va dentro, non si perde d’animo e trova i migliori canestri in appoggio al tabellone.

Torino non perde fiducia ma non riesce mai a tornare completamente in partita: prima ci prova con una tripla di Alibegovic, poi con qualche rapida penetrazione di Wright, ma ad ogni tentativo di rimonta Di Carlo ferma il gioco, chiama timeout, cambia le carte in tavola ruotando i suoi uomini e finisce per affidarsi a Diener, ancora non al meglio, ma una sicurezza per gestire il finale.

La permanenza in campo dell’ex Sassari è fondamentale, soprattutto per bilanciare l’estro e l’improvvisazione di Fitipaldo, mortifero nell’ultimo quarto con le 3 bombe che hanno, di fatto, consegnato la vittoria ai padroni di casa.

Torino torna a casa con qualche certezza in meno dopo la bella vittoria della scorsa settimana; Capo d’Orlando si scolla dall’ultimo posto in classifica e raggiunge il gruppetto a quota 2.

 

BasketItaly.it MVP: Bruno Fitipaldo. Il play uruguaiano è senza dubbio il migliore in campo. Segna in penetrazione, in arresto e tiro ed infine da 3 punti, infiammando il pubblico nel quarto finale. Trascinatore.

 

Betaland Capo d’Orlando – Fiat Torino 90-77 (23-26, 48-39, 64-56)

 

Capo d’Orlando: Zanatta n.e., Galipò G. n.e., Fitipaldo 24, Iannuzzi 8, Laquintana 10, Perl 8, Nicevic n.e., Delas 11, Diener 3, Archie 7, Stojanovic 14, Berzins 5. Coach: Di Carlo.

Torino: Wilson 5, Harvey 8, Wright 13, White 19, Parente n.e., Alibegovic 5, Poeta 11, Washington 14, Okeke, Fall n.e., Mazzola 2. Coach: Vitucci

 

Tiri da due: Capo d’Orlando 22/37, 59% ; Torino 10/28, 36%

Tiri da tre: Capo d’Orlando 10/24, 42% ; Torino 10/28, 36%%

Tiri liberi: Capo d’Orlando 16/19, 84% ; Torino 9/18, 50%

Rimbalzi: Capo d’Orlando 40 (32 dif., 8 off.) ; Torino 29 (22 dif., 7 off.)

Assist: Capo d’Orlando 21 ; Torino 13