FINALE G1. Colpaccio Trento, Venezia cade al Taliercio 74-83.

aquila trento 2017-04-03

La Dolomiti Energia Trentino sbanca il PalaTaliercio vincendo gara 1 della Finale Scudetto contro l’Umana Reyer Venezia per 74-83. Un match gagliardo degli aquilotti che hanno messo la giusta intensità rispetto a una Reyer che ha sofferto l’energia ospite con una grande difesa a zona 3-2 e grazie a tanti recuperi, ben 15 alla fine. Trento ha vinto nonostante abbia ceduto di fatto a rimbalzo 32 a 46 con 19 offensivi di Venezia. Sul match, poco da dire: l’Aquila ha dominato la contesa dall’inizio alla fine, portandosi sul massimo vantaggio di 39-64 al 27′. Venezia ha provato la rimonta portandosi solo a -10 (64-74) ma sbagliando i tentativi da tre per il -7. Shields con quattro punti consecutivi ha chiuso il match. Lunedì gara 2 alle 20:45, sempre al PalaTaliercio. La Reyer per impattare, Trento per allungare.

CRONACA_ In avvio un positivo Gomes ben supportato da Sutton porta l’Aquila sul 6-11 dopo 4′. La tripla dello stesso Sutton porta il +6 ospite al 7′ con Venezia che cerca di basarsi molto su gioco interno con Batista e Peric, ma alcuni errori dei padroni di casa favoriscono l’Aquila che con Shields dà il 13-20 dopo 8′ con la Reyer che combina un ¼ consecutivo ai liberi, De Raffaele chiama time-out. Forray dalla lunetta mette il 13-22 dopo 9′. Viggiano si rende utile a rimbalzo offensivo, ma Venezia con varie palle perse e attacchi imperfetti offre il fianco a una Trento che chiude il primo quarto avanti 16-24. 0/7 dall’arco e 4/8 ai liberi per l’Umana. A inizio secondo periodo l’inerzia continua a stare per Trento, superiore in energia difensiva con recuperi che fanno male a Venezia; Sutton con la schiacciata in contropiede dà il +11, 18-29 dopo 14′. Haynes dall’arco è ossigeno puro, ma Gomes è letale a rispondere con la tripla, poi lo stesso portoghese lascia il campo per il 3° fallo commesso. Ma Trento non si disunisce e aumenta il gap con Shields e Sutton per il 24-36 al 16′. Al n°2 trentino viene fischiato antisportivo su Ejim, ma continua a non cambiare il copione con la Reyer che attacca molto male la zona 3-2 di Trento e l’Aquila punisce in transizione con Shields, 25-39, time-out De Raffaele al 17′. Venezia litiga dai 6,75 (1/13) ed è alla merce di Trento che con Lechthaler Sutton e Hogue piazza un +20 senza attenuanti. A fine primo tempo Peric trova la seconda tripla reyerina della serata su però 16 tentativi. 30-47 all’intervallo, 21 a 61 di valutazione.
Si rientra dagli spogliatoi e Venezia non dà proprio l’impressione di ricucire lo strappo nonostante una tripla di Peric. Hogue mette il +17, poi Shields in contropiede punisce ancora volta il brutto attacco reyerino per il 37-56 al 25′, De Raffaele chiama time-out. La Reyer va totalmente in tilt contro l’ottima difesa trentina, Flaccadori e Forray dai 6,75 mettono una seria ipoteca di vittoria per il 39-64 al 27′. Poi break oro-granata di 7-0 firmato Haynes-Tonut con Buscaglia costretto a chiamare time-out, 46-64 al 28′. Tonut e Ejim mettono il -16, ma una giocata incredibile a fine terzo quarto di Craft dà il 50-68. Ultimo quarto. Sutton in contropiede rimette 20 punti di vantaggio (50-70 al 31′) tra le due compagini e sembra l’inizio di un lungo garbage time. Ma Venezia non la dà vinta: Peric da sotto è uomo ovunque, il croato e Bramos mettono un -10 che fa esultare il PalaTaliercio e alzare la speranza di rimonta, 64-74 al 4’30” dalla fine. Craft commette il quinto fallo ed esce dal match. Venezia sbaglia diverse occasioni del -7 con Filloy e Bramos e così due canestri di Shileds mettono in pratica fine al match a 2’26” dalla fine, time-out Reyer. Ma Venezia all’ennesimo canestro di Shields getta di fatto la spugna cercando di abbassare il gap con il fallo sistematico, finisce 74-83, gara 1 è meritatamente di Trento.

MVP BasketItaly.it: Shevon Shields.

Umana Reyer Venezia – Dolomiti Energia Trentino 74-83 (16-24; 30-47; 50-68)

Venezia: Haynes 13, Ejim 8, Peric 19, Stone, Bramos 9, Tonut 9, Visconti n.e., Filloy 2, Ress, Batista 7, Viggiano 2, McGee 5. All. Walter De Raffaele.

Trento: Sutton 16, Craft 5, Forray 7, Conti n.e., Flaccadori 6, Lovisotto n.e., Gomes 15, Hogue 14, Lechthaler 2, Shields 18. All. Maurizio Buscaglia.

Arbitri: Enrico Sabetta, Massimiliano Filippini e Michele Rossi.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata