Final Eight: Brindisi ci crede, per la storia e per il Bullo!

È giunto il momento tanto atteso delle Final Eight di Coppa Italia, ormai prossime a prendere il via Venerdì 7 Febbraio con i quarti di finale. Alle 15:30 si alzerà la palla a due tra Brindisi-Venezia, nel classico scontro testa-coda tra prima e ottava classificata del girone di andata. Nonostante ciò il pronostico della sfida è incerto e aperto ad ogni risultato. Qui di seguito focalizziamo l’attenzione sull’Enel Brindisi.

 

IL CAMMINO VERSO LE FINAL EIGHT: L’Enel Brindisi può annoverare il titolo di campione d’inverno e di maggiore rivelazione della prima parte di campionato, stupendo e meravigliando tifosi e addetti ai lavori, che mai avrebbero predetto tale cammino. La squadra biancoazzurra è stata sapientemente forgiata e guidata dal duo Giuliani-Bucchi, i quali hanno allestito un roster competitivo in grado di aggredire e tenere testa a qualunque tipo di avversario, per la propria completezza tattica e camaleontica derivante tra l’altro dall’ottimo impatto della panchina. Le scommesse Dyson e James sono state stra-vinte e i due risultano tra i migliori per rendimento del campionato. Dopo la batosta di Milano, la squadra ha reagito alla grande sconfiggendo Roma in casa nello scontro al vertice e Cremona in trasferta, confermando l’ottima tenuta mentale e fisica. L’unica nota stonata è giunta in queste ore, con la notizia del grave infortunio patito dal capitano Massimo Bulleri , che dovrà rimanere fuori fino a fine stagione.

IL PRONOSTICO: Proprio l’infortunio del capitano e leader Bulleri ha sconvolto i piani e il clima con cui Brindisi giunge a questo importante evento, dovendo in pochi giorni fare a meno dell’esperienza e dell’energia trascinante che il Bullo ,anche in pochi minuti, trasportava sul campo di gioco. Coach Bucchi dunque dovrà risollevare il morale del gruppo, accorciando le rotazioni e chiedendo degli sforzi aggiuntivi ai suoi giocatori chiave Dyson e Campbell. Il tabellone propone la Reyer Venezia, reduce da due sconfitte consecutive e scossa dalle brusche parole del proprio presidente in netta contrapposizione ai supporters oro granata, e l’eventuale semifinale contro la vincente del match Roma-Siena, evitando dunque la corazzata Milano e la temibile Cantù. La finale perciò non è un miraggio ma un concreto obiettivo, per una squadra che non vuole smettere di stupire per la storia, la città ed il suo capitano. In regular season nel girone di andata, l’Enel espugnò con una prova gagliarda il Pala Taliercio di Venezia con il risultato di 82-87 e curiosamente le due squadre nel giro di una settimana si rincontreranno tra le mura dei pugliesi per il prossimo turno di campionato.

PRECEDENTI: L‘Enel Brindisi prenderà parte alla sua seconda partecipazione alle Final Eight, dopo l’esperienza della passata stagione in cui uscì sconfitta nel quarto finale dalla Dinamo Sassari, al termine di un match avvincente ed equilibrato terminato dopo un tempo supplementare. La squadra sarda la spuntò al fotofinish con il punteggio di 98-96, trascinata da un super Drake Diener autore di 36 punti, stabilendo il record di punti realizzati nella storia delle Final Eight. 

©Basketitaly.it – Riproduzione riservata

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *