Esposito: “La squadra ha ancora tanta voglia di spingere”

vincenzo-esposito-pistoia-2016-11-28

Contento delle sensazioni che la squadra gli ha trasmesso: così coach Esposito si presenta alla consueta conferenza stampa pre-gara. Il tecnico biancorosso sa bene che il match di Desio vale tanto, visto anche il momento particolare della stagione della The Flexx: “Arriviamo alla partita con Cantù dopo una settimana fatta a buon ritmo -afferma Esposito- con la giusta intensità e concentrazione. Ho visto i ragazzi ovviamente molto sereni, viste le tre vittorie consecutive da cui siamo reduci, ma anche estremamente motivati e determinati. Questo è un aspetto che ci tengo a sottolineare e che mi riempie di orgoglio: nonostante aver centrato con larghissimo anticipo il nostro vero obiettivo stagionale, quello della salvezza, nessuno si è seduto, ma anzi vedo giorno dopo giorno che da parte della squadra è forte il desiderio di spingere ancora per provare ad arrivare di nuovo a un traguardo che sinceramente qualche mese fa pareva fuori dalla nostra portata”.

Cantù è ormai probabilmente fuori dai giochi playoff, ma non ancora matematicamente salva ed Esposito, proprio per questo, non si fida: “Ci aspetta una partita molto complicata -spiega il coach- perché affrontiamo una squadra che ancora non si è garantita la matematica permanenza in serie A. Dopo molti alti e bassi, l’arrivo di Recalcati ha sicuramente portato grossi benefici a Cantù e quindi mi immagino una gara tirata, sicuramente interessante e bella da seguire. Da un lato noi potremo magari mettere più corsa e più energia sul parquet, dall’altro loro sul piano tecnico, delle letture tattiche e dell’esperienza hanno qualcosa in più di noi. Non dobbiamo poi dimenticare l’importanza che la gara di domani riveste per noi, ma soprattutto per Cantù: con una vittoria festeggerebbero la salvezza sicura e questo, ne sono certo, potrà dare loro una marcia in più”.

Quella di sabato potrebbe essere una tappa decisiva, anche perché Brescia, Torino e Brindisi affrontano avversari decisamente complicati, ma Esposito non vuol guardare in casa d’altri: “Noi sappiamo che vincendo le prossime quattro partite siamo ai playoff, indipendentemente dai risultati di qualsiasi altra squadra -taglia corto il coach- e questa deve essere una motivazione sufficiente a dare più del massimo. Non voglio pensare a quello che succederà sabato sugli altri campi: voglio solo che la mia squadra pensi a giocare per vincere a Desio, come altrove. E’ la mia mentalità ed è il messaggio che sto provando a far passare ai miei giocatori”.