Enel Brindisi: Bucchi e Borovniak in conferenza stampa

Con la sconfitta di Pistoia ormai alle spalle, l’Enel Brindisi si è presentata dinanzi ai media per rilasciare alcune dichiarazioni sulla partita in questione e per rilanciare le proprie ambizioni di stagione.

E’ toccato all’head coach, Piero Bucchi, iniziare le danze dichiarando alla stampa: “Nonostante il punteggio non posso dirmi deluso per come i miei ragazzi hanno affrontato la partita. Siamo stati in partita fino alla fine e abbiamo avuto la possibilità di vincerla fino a pochi minuti dalla fine ma questa è la pallacanestro. E’ stata una partita bellissima, giocata con grandissimo agonismo da entrambe le squadre e per questo ne sono soddisfatto”. Situazione non facile quella della squadra di coach Piero Bucchi in quanto sta ancora scontando gli strascichi di un periodo fortunato. Da un lato Jimmy Hunter colpito ancora una volta da un lutto in famiglia, e dall’altra il capitano Klaudio Ndoja, alle prese ancora con il dolore al piede destro.“Purtroppo – continua Bucchi- in settimana Jimmy è stato colpito dall’ennesimo lutto in famiglia quindi ci sta che il ragazzo potesse essere un po’ frastornato. Klaudio, invece, ancora non ha recuperato del tutto. Sono tre settimane che si trascina il dolore al piede e spero che lo staff, con l’ottimo lavoro che sta svolgendo, lo ristabilire al meglio”.

Toni decisamente diversi, invece, per Dejan Borovniak. Il pivot dell’Enel Brindisi si è confessato soddisfatto di questa prima metà della stagione e anche piuttosto convinto delle possibilità della sua squadra di guadagnare la promozione: “Siamo una squadra competitiva, il campionato di legadue è molto più difficile di quello che credessi ma noi siamo Brindisi e alla luce di quello che stiamo facendo mi sento di poter affermare che possiamo andare fino in fondo. Siamo consapevoli delle nostre qualità e dobbiamo continuare a lavorare giorno dopo giorno per migliorare”

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata