Drake Diener guida la Dinamo, battuta Biella

Parte con una vittoria la nuova stagione della Dinamo Banco di Sardegna Sassari, che grazie ad un immenso Drake Diener, mantiene la sua imbattibilità in LegaA contro Biella, Sacchetti ancora una volta è l’incubo del coach Biellese.

La prima notizia di giornata è la presenza in campo di Drake Diener, notizia ottima per il tifo di casa, non certo esaltante per i Piemontesi che devono rinunciare a capitan Soragna e Laganà; prima di partire c’è spazio per le cerimonie, con la consegna da parte del gruppo di tifo organizzato Commando, di un riconoscimento al presidente della Dinamo per i risultati conquistati la scorsa stagione.

 

Primo quarto che parte con il primo possesso di marca Dinamo, ma, dopo un primo mini break 8-2 firmato Drake Diener, è Mavunga a rendersi protagonista, l’ala Biellese segna  12 punti e costringe Ignerski a due falli, la Dinamo preferisce affidarsi a soluzioni dalla lunga distanza piuttosto che attaccare il canestro e Biella riesce proprio grazie a Mavunga a recuperare lo svantaggio e portarsi sino al 15-16. Le scelte di tiro dalla lunga distanza si riflettono anche sullo scout dei falli, il primo di Biella arriva dopo 5:30 ma è la molla che scatena la Dinamo, i sassaresi iniziano ad attaccare il canestro con continuità e con Travis Diener e un grande Drake Diener che raccoglie anche 5 rimbalzi, si allontanano, ottima la guardia di Fond du Lac, che praticamente si fa trovare pronto in ogni angolo del campo, firma il 21-16 e Vanuzzo con il + 7 successivo costringe Cancellieri al time out.
Biella dopo la mini pausa non riesce a cambiare passo e il quarto si chiude sul 27-18 per i padroni di casa.

Si riparte con Robinson che firma un parziale di 4-2 e Biella che attacca subito il canestro costringendo la Dinamo a 3 falli dopo appena 2 minuti di gioco, Coach Sacchetti decide che è il caso di dare esperienza sotto canestro e toglie Diliegro a favore di Ignerski, con Vanuzzo spostato da centro;  Biella costringe i padroni di casa al 4° fallo prima del terzo minuto di gioco e la Dinamo inizia a soffrire, la lotta a rimbalzo premia Biella che approfitta di questa carenza sassarese e di un Easley un po’ spento e grazie ad un buon Moore si porta sul meno 2 sul 35-33 con Sacchetti che chiama time out.
Il resto del quarto vede una lunga pausa per delle incomprensioni fra gli arbitri, alla ripresa vera e propria, Ignerski è costretto a spendere il suo terzo fallo su un contropiede di Robinson e Biella si porta sul 37-36. Un immenso  Drake Diener però si riprende le luci della ribalta, prima un magnifico assist per Travis, poi rimbalzo e tripla che segna il 42-36. Cancellieri è costretto a chiamare time out, ma l’ultimo minuto di gioco non concede altri canestri ai Piemontesi, con Travis Diener che guida l’ultimo attacco che porta una nuova tripla, firmata capitan Vanuzzo, che proprio sulla sirena incendia il PalaSerradimigni. 45-36 dopo 2 quarti, con Drake Diener che scrive sullo scout 13+7 e 22 di valutazione.

Terzo quarto che parte con la novità Jaramaz al posto di Chrysikopoulos, che aveva subito una piccola storta nel primo quarto, in casa Dinamo dentro Vanuzzo per Ignerski a causa dei 3 falli,  la mossa di coach Sacchetti è quella vincente, il capitano di Sassari firma 5 punti 1 stoppata e grazie anche a un redivivo Easley firma il break che porta i bianco blu sul 54-40 costringendo Cancellieri al time out, dopo che la sostituzione di Mavunga con Jurak non porta brillantezza sotto canestro.
Dopo il time out Cancellieri ordina la zona e dopo un primo momento incerto Biella riprende a segnare e recuperare punti, ottimo Brackins che segna 8 punti e trascina i suoi proprio al -8 sul 58-50che coincide con il time out richiesto da Meo Sacchetti.
Al rientro in campo si fa notare Diliegro che subisce due sfondamenti ma non è altrettanto redditizio dall’altra parte del campo,  Jurak segna il 60-52 che corrisponde al punteggio di chiusura del quarto.

Il quarto quarto inizia con diversi errori da entrambe le parti con, in particolare lo sfondamento di Ignerski per la Dinamo che corrisponde al suo quarto fallo personale,  Sacchetti ordina la zona e Robinson firma il -5, Drake Diener dopo aver riposato per metà del terzo quarto decide che è il caso di ridare vita ai suoi, prima la bomba del nuovo +8, poi un rimbalzo che lancia l’azione dell’inchiodata di Easley del nuovo + 10 e infine Pinton firma il 68 55 che costringe Cancellier al time out.
Brackins restituisce la cortesia ad Easley ma Drake è onnipresente ed è subito 70-57, Brackins continua a segnare e allora è Sacchetti che decide di chiamare time out sul 70-59 A 4’ dalla fine. L’attacco di Biella si ferma ma Sassari non riesce a dare il colpo di grazia; Robinson firma il nuovo -9 in faccia a Travis Diener e poi sempre dal folletto della Dinamo subisce lo sfondamento a 2:36 dalla sirena finale e Jurak firma il -7.
Thornton regala una stoppata che infiamma il PalaSerradimigni e impedisce a Jaramaz il -5, ma la persa successiva a 1:45 dalla fine tiene aperta la partita.
Easley fa 1\2 dalla lunetta ma Brackins con i suoi passi regala alla Dinamo il possesso  che vale il 73-63 firmato Ignerski  dalla linea della carità, che chiude di fatto la partita.
Cancellieri chiama il time out, ma da quel momento in poi c’è spazio solo per i viaggi in lunetta dei giocatori di casa, che portano al punteggio finale di 79-67.

Drake Diener, nonostante una condizione ancora precaria, tira fuori una prestazione da 18 punti e 10 rimbalzi, con una valutazione di 25, bene Easley negli ultimi due quarti, così come Thornton che con la sua stoppata ha bloccato la rimonta Biellese, fra le file dei piemontesi, da segnalare la prova di Mavunga che se giocasse tutta la partita come il primo quarto, sarebbe davvero l’acquisto dell’anno, stesso discorso per Brackins che si è acceso negli ultimi due quartii, così come Robinson.
L’appuntamento per Sassari è fuori casa contro Montegranaro, mentre Biella esordirà in casa contro Pesaro.

Guarda la nostra Gallery su Facebook