Doron Perkins si presenta a Cantù: Sono un leader aiuterò la squadra a crescere

Nella giornata di ieri la Bennet Cantù ha presentato il suo ultimo acquisto( e che acquisto) il playmaker ex Maccabi Tel Aviv Doron Perkins. Grande la volontà di rivincita del regista americano dopo il lungo infortunio: ”Vengo da un lungo stop di 10 mesi, giocare in un squadra forte come Cantù che lotta nelle posizioni di vertice in campionato e partecipa alle top 16 di Eurolega è una grande possibilità che mi viene data. Ora devo capire bene come aiutare questa squadra, che ha già un’ottima chimica, a migliorare. Sono un play, quindi nelle mie caratteristiche c’è quella di essere un leader, so già che in squadra ci sono dei leader, e quindi devo semplicemente aiutarli con il mio gioco ed il mio lavoro a farli rendere ancora di più”. Già precedentemente nella conferenza stampa si era espresso il gm canturino Bruno Arrigoni sul giocatore: “Avevamo ancora un visto e tesseramento da spendere,  e lo abbiamo speso su Perkins per completare il reparto delle guardie. Avevamo preso informazioni su di lui sapevamo che aveva recuperato dall’infortunio e che stava cominciando ad allenarsi. Sappiamo che occorre completare il percorso medico fisico per un completo recupero del giocatore, ma qui abbiamo un ottimo staff medico che lo riporterà ad una condizione ottimale. Dal punto di vista tecnico Perkins non è il classico play ragionatore, ma un giocatore d’istinto, arrembante che ama attaccare, molto atletico e forte anche a rimbalzo. Noi abbiamo deciso di acquistarlo perché è un giocatore di grande energia e credo che sia questo che ora serva per migliorare e completare la nostra squadra”.