Cremona, Tusek non recupera. Ma anche Biella non sorride

La pausa delle Final Eight di Coppa Italia ha permesso alla Vanoli Braga di ricaricare le pile in vista del rush finale verso l’obiettivo prefissato, la salvezza; se l’arrivo di Jason Rich ha galvanizzato l’ambiente (la guardia nativa di Pensacola è già diventato uno dei beniamini del pubblico cremonese), rivelandosi molto utile, soprattutto nella vittoria casalinga contro Bologna nella quale è risultato uno dei migliori, a tenere in apprensione lo staff biancoblu sono le condizioni del lungo Marko Tusek; il giocatore sloveno, infatti, convive da circa un mesetto con una fastidiosa fascite plantare, che lo ha tenuto ai box nelle ultime due giornate di campionato ed anche a Biella, con ogni probabilità, non dovrebbe figurare tra i convocati di coach Attilio Caja; l’atleta, dopo aver abbandonato le stampelle nella giornata di martedì, prosegue il lavoro di terapia in piscina, ma la sua situazione è monitorata di giorno in giorno dallo staff medico. Il suo recupero, dunque, procede per gradi, con il lavoro differenziato, e potrebbe tornare a disposizione dalla sfida casalinga contro Roma, fissata per il 4 marzo. Il resto del gruppo, invece, prosegue senza intoppi la preparazione al match; la squadra ha ripreso ad allenarsi nella giornata di martedì, alternando gli allenamenti in palestra al lavoro tecnico-tattico, sia studiando e migliorando i propri giochi, sia lavorando in funzione delle situazioni dell’avversario, per trovare le giuste contromisure e gli adeguamenti migliori.

Se Cremona non sorride, certamente la situazione in casa Biella non è delle più felici; il ko di Teramo non è ancora stato completamente assorbito, e le due prossime gare casalinghe, contro Cremona e Montegranaro, saranno una sorta di sparti acque della stagione piemontese. Coleman e Dragicevic sono gli unici due giocatori acciaccati degli ultimi giorni, ma il loro impiego contro Cremona non sembra in discussione; l’unico assente sicuro sarà Linos Crysikopoulos. La vittoria ai ragazzi di coach Massimo Cancellieri manca da quasi un mese, esattamente dal 29 gennaio, quando al Lauretana Forum fu Roma ad alzare bandiera bianca. Il ruolino dei biancorossi, dunque, nel girone di ritorno parla di tre sconfitte in quattro partite giocate; non un trend positivo, da invertire quanto prima per non vedersi avvicinare troppo la zona retrocessione, a discapito della zona play off, ora distante solamente quattro punti.

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata