Cremona-Treviso; ultimo atto della stagione, per chiudere in bellezza!

Ultima giornata di campionato, prima del grande ballo dei play off; tutti i verdetti sono già stati emessi, manca solo da definire le singole posizioni per la griglia della post-season. La sfida tra Vanoli Braga e Benetton Treviso, invece, non avrà nulla da dire per quanto riguarda la classifica, con le due squadre che hanno raggiunto una comoda salvezza, anche se Treviso, avrebbe gradito un posto tra le otto sorelle che ritarderanno le vacanze estive. Una stagione, per entrambe le squadre, con alcuni rimpianti; la Vanoli Braga, partita con l’obiettivo salvezza ,si è trovata ad inizio del girone di ritorno, dopo il ko casalingo nello scontro diretto contro Casale Monferrato, all’ultimo posto, ma l’arrivo di Rich ha portato una ventata d’entusiasmo, che ha permesso ai biancoblu di cullare sogni play off grazie a sei vittorie consecutive al PalaRadi, ed alcuni scalpi illustri in trasferta, su tutti quelli che hanno segnato la salvezza, ovvero Casale Monferrato, Teramo, Caserta e Montegranaro; Treviso, invece, ha messo in mostra il suo lato istrionico, altalenante, alternando grandi partite con filotti di vittorie (il successo contro Cantù all’andata 72-55, la vittoria a Milano 80-81 e quella a Biella 94-96), ad altre mediocri, con sconfitte inopinate (i ko casalinghi contro Caserta 71-73, Avellino 71-72 e Varese 55-71) che hanno precluso ai veneti l’accesso ai play off troppo presto. L’obiettivo della partita, dunque, sarà comune sia a Cremona sia a Treviso; chiudere dignitosamente l’annata, cercando di dare l’ultima gioia ai tifosi; anche fuori dal campo le squadre hanno qualcosa in comune,; se Cremona è alla ricerca spasmodica di uno sponsor che subentri, evitando il trasferimento verso altri lidi, Treviso, dalla prossima stagione, dovrà fare a meno del main sponsor, Benetton, che ha deciso di lasciare il basket e la pallavolo. Treviso si presenterà al PalaRadi quasi al completo; saranno assenti Daniele Sandri e Sani Becirovic, match winner della gara d’andata, che ha terminato in anticipo la stagione per problemi al ginocchio. La Vanoli, invece, si presenterà al completo anche se il lungo Marko Tusek continua a convivere con la fascite plantare, che in questa stagione non gli ha concesso tregua. Il sipario sulla stagione 2011/2012 sta per essere calato, e il PalaRadi è pronto a rendere il giusto tributo ai propri beniamini, che in una stagione travagliata, tra addii al vertice, cambi di allenatore e giocatori, ha saputo conquistare la salvezza centrando il record di vittorie nel massimo campionato italiano; il pubblico è pronto, gli attori anche e la festa può avere inizio. Ora la parola passa agli imprenditori locali, per far sì che quanto conquistato e difeso sul campo non vadano perduti.

CURIOSITA’ DELLA PARTITA: nei cinque precedenti tra le due squadre, la Vanoli Braga è in vantaggio per 3-2, grazie al colpo esterno della prima stagione nella massima serie. Il confronto tra i coach, invece, vede Djordjevic condurre per 2-0 nei confronti del collega Caja. Dopo aver raggiunto i 3000 punti in Serie A, Marko Milic ha nel mirino un altro record, i 1000 con la maglia della Vanoli Braga; per raggiungere il traguardo, al lungo sloveno, mancano 32 punti. Record negativo per Cinciarini contro Treviso; in 10 partite il “Cincia” ha raccolto solamente un successo, mentre il ruolino di marcia di Ortner contro Cremona è intonso, sei successi e zero sconfitte.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata