Cremona, la carica di Raphael Gaspardo: “Ad Avellino per fare la partita della vita”

raphael-gaspardo-cremona-2016-11-20

“Quella con Brescia era una partita chiave, fondamentale nella corsa salvezza per noi. Purtroppo e’ stata l’ennesima occasione che non siamo stati in grado di sfruttare”. Nelle parole di Raphael Gaspardo, ospite ieri sera alla trasmissione tv Basket&Co. su Cremona 1, la delusione per il k.o. interno nel derby con la Germani è ancora forte.

“La Germani – ha detto l’ala di San Daniele del Friuli, al secondo anno in maglia Vanoli – e’ sicuramente una squadra più esperta di noi. Ma è anche vero che ha una rotazione più corta della nostra, quindi penso fosse un occasione alla nostra portata, e noi l’abbiamo sprecata. Perché? Sicuramente c’è mancata concentrazione e cura dei dettagli, soprattutto a rimbalzo. Ad esempio, ricordo ben quattro rimbalzi offensivi dei bresciani in una singola azione: sono cose che non possiamo permetterci in partite di questo tipo in cui ci stiamo giocando la salvezza”.

Contro Brescia, “Gas” è stato sicuramente uno dei migliori, riscrivendo il proprio career high di punti (14) e valutazione (18) in appena 18 minuti, sull’onda di un super secondo quarto da 10 punti con 3/3 dal campo e 3/3 dalla lunetta. “La mia prestazione? Conta veramente pochissimo – spiega con umiltà l’ala classe 1993 – visto che abbiamo perso la partita. Io entro dalla panchina e ogni volta che lo faccio cerco di dare tutta l’energia che ho. Contro Brescia volevo fare bene perché era una partita fondamentale per noi, ma alla fine i numeri personali contano davvero nulla in caso di sconfitta. Spero di ripetermi alla prossima occasione, ma in una vittoria”

Ora, a quattro giornate dal termine e con due punti da recuperare rispetto a Pesaro, il destino della Vanoli non è più solo nelle mani dei biancoblu, attesi dalla difficile trasferta di Avellino. “La vittoria di Pesaro a Brindisi è stata la sorpresa di giornata: speriamo che la prossima la faccia Caserta andando a vincere a Pesaro. Guardando il calendario, il weekend successivo potrebbe essere molto importante in chiave salvezza: la Vuelle sarà a Pistoia, un campo espugnato solo due volte in stagione (da Sassari e Venezia, ndr), e noi avremo Cantù in casa, una partita che non possiamo sbagliare. Ma per ora dobbiamo pensare solo ed esclusivamente ad Avellino: sono un’ottima squadra, dovremo andare carichi e concentrati per fare la partita della vita”.

Ufficio stampa
Vanoli Basket