Cremona, fari puntati sul match contro Milano

Il meno diciotto subito a Siena, al cospetto dei campioni d’Italia, suona male per la Vanoli Braga, che ha messo in difficoltà la compagine toscana per quasi tre quarti, recuperando in due circostanze uno svantaggio oltre la doppia cifra. Ma nell’ultimo quarto, i biancoblu di coach Attilio Caja hanno subito oltre modo l’accelerata impressa dai Pianigiani Boys, desiderosi di arrivare ai match di Eurolega con una vittoria in tasca. Una settimana insolita per il Club cremonese, che dopo l’anticipo contro Siena di giovedì, ha potuto usufruire di un paio di giorni di riposo, riprendendo i lavori nella mattinata di domenica, per preparare il derby lombardo contro Milano; nelle prime due sedute coach Attilio Caja ha dovuto rinunciare a Lorenzo D’Ercole, per un virus intestinale che l’ha bloccato a letto; nella giornata di ieri, però, il playmaker toscano è rientrato regolarmente in gruppo, ma a far tremare lo staff è stato Marko Tusek, che ha accusato un dolore sotto al piede. L’entità del suo infortunio verrà valutata nelle prossime ore, ma la speranza in casa Vanoli Braga è che non si tratti di un riacutizzarsi della fascite plantare che l’ha tenuto lontano dal parquet per un mese. Il resto della ciurma lavora a passo spedito, cercando di migliorare la fase offensiva, oliando i propri meccanismi, e quella difensiva, trovando le giuste spaziature, i giusti timing e gli adeguamenti migliori. Per spezzare la routine settimanale, inoltre, domani pomeriggio alle ore 18:15 a Reggio Emilia, la Vanoli Braga ha organizzato uno scrimmage contro Bologna, con l’obiettivo di non perdere il ritmo partita e mantenere alto il livello di concentrazione. Il match d’andata tra Milano e Cremona, finito 80-66 per i meneghini, fu l’ultima partita in Italia per le stelle delle due squadre; da una parte Danilo Gallinari, volato oltre oceano per proseguire la sua avventura a Denver, e Von Wafer, che ha esercitato la clausola di rescissione con la squadra cremonese, per accettare l’offerta di Orlando. Match verità per due squadre, con obiettivi diversi, ma alle quali fanno gola allo stesso modo i due punti; Milano per dare un seguito alla bella prova fornita contro Caserta, mentre Cremona per sfruttare il fattore PalaRadi, in questo difficile momento, in cui il calendario, dopo Siena, le mette in conto la seconda potenza del campionato.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata