Coach Dell’Agnello: “Continuo a combattere e lavorare, ma dobbiamo farlo tutti”

Queste le dichiarazione del coach biancazzurro al termine della gara tra Brindisi e Trento, che ha visto i padroni di casa della New Basket sfuggirsi dalle mani due punti fondamentali per mano della Dolomiti Energia.

 

Sandro Dell’Agnello: “Abbiamo subìto 50 punti nel primo tempo e 27 nei secondi venti minuti. Siamo i soliti con le solite regole e tematiche; abbiamo fatto uno sforzo enorme per rientrare e abbiamo messo la testa avanti, però lo sforzo lo paghi ed è colpa nostra, mia per primo, perché se inizi dalla palla a due subendo 25 punti in dieci minuti poi fai fatica e questo non lo riusciamo a capire. Se avessimo giocato fin dall’inizio come abbiamo giocato nel terzo quarto sarebbe venuta fuori un’altra partita come abbiam fatto altre volte. Io ho bisogno del rendimento da parte di tutti e sto cercando le chiavi per averlo, a volte le trovo e a volte no. Io in queste situazioni mi ci sono trovato tante altre volte purtroppo o per fortuna e continuo a combattere e lavorare, ma dobbiamo farlo tutti. Questa settimana siamo stati più qui in campo ad allenarci che a casa nostra ed era impensabile giocare così dall’inizio. Ho cercato di lasciare in campo quelli che sembravano più vivi perché avevamo bisogno di sangue, al di là del canestro in più o meno. Tepic oggi era fuori fase, mentre Oleka è stato fermo per una distorsione alla caviglia, poi l’ho visto un po’ confuso quando ripassavamo le cose da fare in attacco e in difesa prima della gara”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *