Chappell e Burns decisivi, Cantù doma Trento 88-80

La Red October Cantù si riscatta dopo il -31 subito nel derby con Varese battendo i vice-campioni d’Italia della Dolomiti Energia Trentino per 88-80. Dopo un primo tempo equilibrato, Cantù ha preso la prima fuga nel terzo quarto (63-54 al 27′), Trento si è rifatta sotto per il -2 a inizio ultima frazione (69-67 al 31′), ma poi la squadra allenata da Marco Sodini ha preso la fuga giusta andando sul massimo vantaggio di +11 a 3’07” dalla fine. Poi Cantù ha amministrato. Per i lombardi ottime prove di Chappell (24 punti, 6 rimbalzi, ben 7 recuperi, 4 assist per 37 di valutazione) e Burns (20 punti, 9 rimbalzi, 3 assist). Positivi anche Crosariol e Cournooh dalla panchina. Trento, ancora lontana parente della squadra vista la scorsa stagione da metà campionato in poi, ha pagato dazio nelle palle perse (ben 17) e nonostante abbia dominato a rimbalzo (32 a 47 a favore degli uomini di Buscaglia). Sutton 14+12, intermittenti Gomes e Flaccadori.

CRONACA_ Inizio a marce alte per le due formazioni: Burns per la Red October è il mattatore con 8 punti segnati per il 10-7 dopo 4′, gli ospiti rispondono con Baldi Rossi, protagonista del cambio di punteggio nel 12-13 dopo 6′, time-out Sodini. I padroni di casa soffrono molto a rimbalzo (7 a 15 nel primo quarto la statistica a favore di Trento), Gomes porta l’Aquila sul +5 per il 14-19, Cantù con Crosariol ottimo scorer si riporta sotto per il 20-21 ma è l’1/2 ai liberi di Flaccadori a chiudere il primo quarto sul 20-22 a favore della Dolomiti Energia. Parrillo con la tripla impatta sul 25-25, ma Silins risponde. Sul 27-28 gli arbitri vanno in confusione su due scelte che scatenano le proteste del pubblico del PalaDesio. Una stoppata di Culpepper su Flaccadori in contropiede fa andare in visibilio il PalaDesio. Burns continua a far male alla difesa trentina per il 31-32 al 16′. Si scatenano gli attacchi delle due compagini con diverse triple a segno con Sutton e Behanan per gli ospiti, Smith, Thomas e Chappell per i brianzoli. La tripla di Cournooh cessa il primo tempo a favore di Cantù sul 45-44.
Si ritorna in campo. Smith e Thomas danno il +5 canturino, poi si scatena Jeremy Chappell autore di 8 punti consecutivi che mandano la Red October sul massimo vantaggio di +7, Sutton accorcia per il 59-54 al 26′, time-out Buscaglia. Ancora Chappell, uomo ovunque, e Culpepper portano Cantù sul +9, Trento non molla con Behanan, 63-57 dopo 28′, minuto chiamato da Sodini. Flaccadori e Behanan riportano sotto Trento sul -2 prima del canestro di Burns in combinazione con Crosariol, dopo il terzo quarto è 67-63. Ultimo quarto. Behanan porta Trento sul -2 sul 69-67, poi Cantù alza l’intensità difensiva e causa varie perse dell’Aquila fa un break di 10-3 grazie a Smith, Cournooh e il solito Chappell per il 79-70 a 5’44” dalla fine, time-out Buscaglia. L’Aquila va a segno solo coi liberi di Gomes e Gutierrez per l’81-73 a 4’26”. Viene fischiato antisportivo a Baldi Rossi e Trento rischia di perdere la rotta con Chappell a segnare il +11 dopo la 16a palla persa trentina, Buscaglia costretto a chiamare time-out sul 84-73 a 3’07” dalla fine. Sutton è l’ultimo a mollare la presa per Trento, sono Burns e Chappell a chiudere l’incontro. Il PalaDesio può esultare, finisce 88-80 per la squadra allenata da Marco Sodini.

MVP BasketItaly.it: Jeremy Chappell.

Red October Cantù – Dolomiti Energia Trentino 88-80 (20-22; 45-44; 67-63)

Cantù: Smith 10, Culpepper 2, Cournooh 10, Parrillo 3, Tassone ne, Crosariol 12, Maspero, Raucci, Chappell 24, Burns 20, Thomas 7. Coach: Marco Sodini

Trento: Franke ne, Sutton 14, Silins 3, Baldi Rossi 11, Forray 2, Flaccadori 12, Gutierrez 10, Conti ne, Gomes 15, Behanan 9, Lechthaler ne, Shields 4. All. Maurizio Buscaglia.

Arbitri: Tolga Sahin, Dario Morelli e Matteo Boninsegna.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata