Caserta vince il derby su Avellino ed infrange tre tabù

L’Otto Caserta tra le mura amiche del PalaMaggiò batte 76-67 la Sidigas Avellino,  ed in uno solo colpo riesce a spezzare tre serie negative. Infatti i bianconeri di coach Sacripanti con la vittoria nel derby chiudono la striscia negativa delle cinque sconfitte consecutive, vincono la prima gara interna del girone di ritorno, dopo altrettante cinque sconfitte consecutive, ed infine riescono a fare loro lo scontro corregionale dopo tre sconfitte in fila negli ultimi due anni. Inoltre con questo successo la formazione casertana può festeggiare la matematica salvezza in Lega A, dopo le tante tribolazioni stagionali dal punto di vista economico il conservare la categoria è un grande successo, e con le parole di coach Sacripanti il futuro societario appare un pochino più roseo. Infatti il coach-general manager comasco ha dichiarato, anche , nel dopopartita di questa sera, che la società JuveCaserta sta lavorando instancabilmente negli ultimi mesi per conservare anche per l’anno prossimo la massima serie sul campo. La partita, probabilmente, aveva maggiore importanza ai fini della classifica per gli avellinesi di coach Vitucci, che con un successo nel derby avrebbero raggiunto l’ottava pozione, l’ultima valevole per i play-off, occupata da Varese. Ma nell’economia dell’incontro, ancora una volta hanno pesato le scarse rotazioni di uomini a disposizione del tecnico casertano, cioè è dimostrato dal fatto come la formazione irpina sia finita sempre in affanno con lo scorrere del match nel secondo e nel quarto finale. Infatti dopo una partenza flash nel primo quarto (5-15),gli irpini prima sono stati rimontati, e poi sorpassati nel secondo quarto dai casertani (+7 per i bianconeri all’intervallo lungo).Stesso copione nei secondi venti minuti, infatti gli irpini prima sono rientrati in partita nel terzo quarto, per poi crollare sotto i colpi dei padroni di casa bianconeri nel finale di partita.  Uomo partita è stato Andre Smith autore di 24 punti con 12 rimbalzi catturati per un totale di 25 in valutazione. Buone le prestazioni in maglia bianconera dell’ex di giornata Alex righetti e del solito gladiatore il capitano Doornekamp. Da plauso, anche Collins, che nonostante le non buone condizioni fisiche si è battuto in campo per  23 minuti di gioco. Per la formazione irpina a nulla è servita la monumentale prova di Linton Jhonson nel pitturato. Il lungo è stato protagonista di una gara da 16 punti con ben 22 rimbalzi con un fantastico 35 di valutazione finale. Da sottolineare tra i biancoverdi, anche , le prove del solito Marques Green e dello sloveno Jurica Golemac.

Otto Caserta-Sidigas Avellino 76-67 (15-17, 40-33, 52-50)

Caserta: Smith 24, Righetti 13, Doonerkamp 11, Collins 8, Maresca 7, Kludacek 6, Bell 5, Cefarelli 2

Avellino: Jhonson 16, Golemac 16, Green 15, Infanti 8, Gaddefors 6, Slay 4, Spinelli 2

Mvp: Andre Smith