Caserta supera Roma: sarà tutta campana la finale al Trofeo Galeo

La Juve Caserta batte la Virtus Roma per 76-70, e raggiunge la finalissima del torneo organizzato in casa propria, dove affronterà i cugini di Avellino. L’inizio gara della seconda semifinale del Trofeo Galeo tra JuveCaserta e Virtus Roma è molto equilibrato (7-8 al 4’), poi il lituano Jonusas va a segno con quattro punti in fila, e Caserta allunga sul +5 (14-9 al 7’). Gli ultimi minuti della prima frazione scorrono via in gande equilibrio, con i bianconeri padroni di casa che riescono a mantenere la propria testa avanti (19-16 al 10’). Equilibrio tra le due squadre in campo che rimane la costante di tutto il secondo quarto (29-28 al 15’), Caserta prova un nuovo allungo in lunetta con i viaggi in lunetta di Chatfield (36-31 al 17’), ma la Virtus ricuce subito il mini allungo dei casertani, grazie ad un attivo Jordan Taylor. Si va negli spogliatoi con i bianconeri avanti di due lunghezze sul 40-38. Pronti e via al rientro, gli uomini di Sacripanti trovano il massimo sul 49-42 al 23’, ma Roma con cinque punti in fila di Datome impatta sul 49-49 al 25’. Taylor con quattro punti in fila a sua volta porta la Virtus in vantaggio nel punteggio (51-53 al 27’), vantaggio che sarà mantenuto dai romani fino alla fine della terza frazione (58-60 al 30’). Gli uomini di Calvani perdono la via del canestro, così Caserta con un entrata di Wise ed un 4/4 ai liberi di Akindele produce un 10-2 di break (68-62 al 35’) nella prima metà della frazione finale. Ancora Taylor con una bomba riporta i giallorossi (in serata in maglia blu) sotto nel punteggio (68-66 al 36’). La partita nei minuti finali viene decisa dalla migliore mira dei casertani dalla lunetta ( 30/34 ai liberi) rispetto ai romani che hanno tirato dalla linea della carità con la pessima percentuale del  44% con il 14/32 totale. Mattatori dell’incontro per i campani sono stati i lunghi Jelovac (buone le doti del serbo al tiro dalla lunga distanza) ed l’ultimo arrivato Akindele, che alla gara del debutto in maglia bianconera è già sembrato in buone condizioni di forma. Top scorer dell’incontro è stato l’americano Chatfield, mentre Wise, suscita sempre perplessità dal punto di vista fisica, ma dimostra di essere palla in mano giocatore di sicuro talento.  Tra le fila romane buona prova di Taylor, Datome (anche lui in una brutta serata dalla lunetta) ha confermato l’ottimo stato di forma dell’estate con la nazionale, mentre sotto tono sono state le prestazioni di Goss e Jones.

JuveCaserta-Virtus Roma 76-70  (19-16, 40-38, 58-60).

Caserta: Chatfield 20, Jonusas 6, Wise 7, Jelovac 19, Mordente 7, Akindele 17

Roma: Datome 14, Czyk 8, Goss 5, Lawal16, Taylor 15, Jones 12

Ci scusiamo con i nostri lettori per non aver seguito il torneo live a causa di problemi tecnici.