Caserta passa a Casale: canestro decisivo di Smith nel finale

L’Otto Caserta espugna il PalaFerraris di Casale Monferrato per 76-77 al fotofinish con un canestro di Andre Smith a tre secondi e mezzo dal termine dell’incontro. Grazie il quarto blitz stagionale in trasferta la truppa bianconera raggiunge quota 18 punti in classifica,

fa un grosso e quasi definitivo passo in avanti per la lotta salvezza, e può incominciare a fare un piccolo pensierino alla zona play-off (in quest’ottica sarà molto importante la prossima gara casalinga tra 15 giorni, dopo la pausa per le final eight di coppa Italia, contro la Cimberio Varese). Per la Novopiù Casale Monferrato ennesima partita stagionale persa nei secondi finali e con minimo scarto, anche dopo le dimissioni in panchina di Marco Crespi. Però per i casalesi va segnalata la prova tutta grinta e generosità, qualità grazie alle quali gli uomini del neo coach Valentini hanno sopperito  alle assenze di Janning e Nmanaka, ma ancora una volta alla squadra piemontese son tremate gambe e mani quando nel finale c’era da raccogliere la vittoria. Successo, che avrebbe dato respiro alla classifica dei piemontesi ora ultimi da soli in classifica dopo la vittoria di Cremona. Uomo partita è stato Andre Smith, autore di 25 punti, oltre per il canestro  decisivo, è stato l’ autentico dominatore del pitturato ed incubo della difesa di Casale, che con i vari Chiotti, Hukic e Stevic non è riuscita a limitarlo nei pressi del ferro. Ad una incollatura di distanza, ma anche egli fondamentale per il successo l’altro Andre, Collins, autore di 23 punti, ma oltre i punti realizzati una superba regia condita da 7 punti. Prove di grande sostanza in difesa per Doornekamp e Maresca, quest’ultimo autore di un fondamentale canestro da tre punti nell’ultimo minuto che ha dato la parità ai bianconeri sul 73-73. Tra i casertani, che hanno rinunciato al lungo di passaporto Fletcher colpito nella notte da un attacco influenzale e sostituito a referto dal ceco Kudlacek, ancora una prova incolore di Charlie Bell, che per la seconda partita consecutiva ha scritto zero punti realizzati nel suo tabellino personale. Per la formazione di casa, ottima prova nella prima parte del lungo Chiotti, mentre nell’ultimo quarto il play americano Shakur ha provato a trascinare i suoi alla vittoria, ma pesa nella prova del frizzante regista americano l’1/2 ai liberi sul 75-75. Buone le prove per i padroni di casa anche della guardia americana Temple e dell’ala forte slovena  Hukic (11 punti e 14 rimbalzi).

 

L’inizio partita vede partire meglio i casalesi, che con una bomba di Hukic raggiungono il massimo vantaggio sul +6 (15-9 al 7’), poi sale in cattedra la coppia degli Andre per Caserta ed il primo quarto si chiude con il vantaggio degli uomini di Sacripanti sul 20-21. Il secondo quarto è equilibratissimo (31-31 al 15’), e si va negli spogliatoi con il vantaggio minimo di Caserta sul 35-38. Al rientro dall’intervallo lungo la Otto prova un primo mini allungo (45-50 al 25’), ma la Novopiù reagisce con un 8-0 di parziale (53-50 al 27’). Il terzo quarto si chiude in perfetta parità a quota 57. Nella prima parte dell’ultima frazione si ripete il copione del terzo quarto con l’allungo deciso di Caserta prima (59-67 al 34’), poi il rientro ed il sorpasso con un break di 14-2 per Casale (73-69 al 38’). Maresca con una bomba dà il pareggio a quota 73 al 39’ alla Otto, poi realizza prima due liberi Shakur (75-73), ma Collins dalla lunetta sigla con due liberi il pareggio a quota 75. Shakur fallisce un libero a sedici secondi dal termine (76-75),e Smith da sotto sorpassa (76-77) a tre secondi da termine. Coach Valentini chiama time-out, si riprende nella metà campo casertana, palla ad Hukic che si alza in sospensione dai 5 metri, ma il suo tiro scalfisce a malapena il ferro.

NovopiùCasale-Otto Caserta  76-77 (20-21,35-38,57-57)

Casale: Temple 13, Shakur 16, Chiotti 16, Hukic 11, Gentile 7, Stevic 9, Malaventura 4

Caserta: Smith 25, Collins 23, Righetti 8, Doornekamp 7, Maresca 5, Kudlacek 3, Stipanovic 6