Caserta chiude con il sorriso, Sassari non si regala il quarto posto

Caserta chiude la stagione con il sorriso e spegne le speranze di Sassari di trovare il quarto posto; 18 i punti di Bostic e Watt, mentre fra le file Sarde, arrivano 20 punti di Stipcevic, ma si evidenzia la troppa dipendenza dal tiro dalla lunga distanza.
La cronaca della gara nel comunicato della società Sassarese
La Dinamo Banco di Sardegna cade sul parquet campano del PalaMaggiò: il destino biancoblu è nelle mani degli altri scontri sui campi di Trento e Cremona. Trento si impone su Avellino di misura, conquista il quarto posto e -complice la sconfitta di Reggio Emilia- i giganti scivolano al quinto: i playoff sassaresi inizieranno venerdì con gara1 a Trento, con il fattore campo in favore della Dolomiti Energia.

Il match al PalaMaggio inizia con un grande sprint dei padroni di casa, dopo aver subito il break iniziale della Juve i giganti si riportano in partita condotti dal duo Lawal-Carter e chiude il primo tempo avanti (37-42). Nella seconda frazione la Pasta Reggia rimette la testa avanti fino al +12; i sassaresi non trovano l’extra sforzo finale per conquistare i due punti.

Determinante Rok Stipcevic, il migliore tra i suoi con 20 punti, 7 rimbalzi e 6 assist per un totale 30 di valutazione. Doppia doppia a referto per Gani Lawal con 12 punti e 11 rimbalzi, ottimo apporto dalla panchina anche di un ispirato Josh Carter: per l’ala texana 14 punti, con 4/7 da tre, 3 rimbalzi e 3 assist, bene anche Brian Sacchetti (9 pt, 5 rb). Importante approccio alla sfida di Lollo D’Ercole, autore di due triple in un momento topico del match.

I playoff dei sassaresi inizieranno dunque venerdì 12 maggio al PalaTrento con gara1 dei quarti di finale: per la seconda volta nella storia queste due squadre si incontrano ai playoff.

Al PalaMaggiò l’ultima di regular season. Sul parquet del PalaMaggiò Caserta e Sassari si contendono i due punti in palio nell’ultima giornata di regular season,due squadre dagli obiettivi diversi Da un lato i padroni di casa che, conquistata la salvezza con alcune giornate di anticipo, ci tengono a chiudere bene davanti al proprio pubblico, dall’altra i giganti alla ricerca della vittoria per rendere il quarto posto aritmetico e guadagnare il fattore campo in ottica playoff.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bell, D’Ercole, Sacchetti, Lydeka e Lighty, coach Dell’Agnello risponde con Berisha, Diawara, Johnson, Putney, Gaddefors. I padroni di casa partono forte scavando un break di 9-0 con Diawara, Watt, e Putney. A sbloccare i giganti dopo 3’ l’apporto dalla panchina di Gani Lawal e Josh Carter. Il centro nigeriano sblocca i suoi seguito da Lighty, due bombe di un ispirato Carter riportano Sassari a contatto. Caserta prova a ricacciare indietro gli avversari con Giuri ma Carter dalla lunetta monetizza il fallo di Bostic e sigla la parità. La bomba di Stipcevic permette ai sardi di mettere il naso avanti (19-18). È ancora Carter dall’arco ad aprire il secondo quarto, i padroni di casa piazzano il break di 8-0. Lydeka ferma l’emorragia ma Caserta resta avanti sul +5. I giganti mettono la testa avanti: è lastrana coppia Carter-Lawal a trascinare i biancoblu, due triple di Sacchetti ed è sorpasso sassarese. Stipcevic e Carter chiudono il primo tempo dai 6,75: si va negli spogliatoi sul punteggio di 37-42. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa mettono a segno un parziale di 11-2 con Bostic e Putney. Stipcevic rompe il digiuno sassarese ma Watt tiene i suoi avanti di misura. Due liberi e tripla: Rok riporta i suoi avanti. Due bombe di Giuri chiudono il terzo quarto 58-53. A inizio dell’ultima frazione Caserta scrive il massimo vantaggio con Berisha, Diawara e Johnson (+13). La reazione biancoblu ha la faccia e la grinta di D’Ercole: Lollo infila due bombe monumentali che accorcia il gap. Stipcevic non trema dalla lunetta, Sacchetti appoggia al ferro: quando restano poco meno di 3’ da giocare il tabellone dice 71-65. Stipcevic e Lawal riportano i biancoblu a un possesso di distanza. Canestro and one di Diawara mentre scorre l’ultimo giro di cronometro. Gaddefors dalla lunetta chiude il match, al PalaMaggiò finisce 77-70.

Pasta Reggia Caserta 77 Dinamo Sassari 70

Parziali: 18-19; 19-23; 21-11; 19-17.

Progressivi: 18-19; 37-42; 58-53; 77-70.

Pasta Reggia Caserta. Berisha 4, Iavazzi, Diawara 14, Ventrone, Putney 10, Gaddefors 1, Riccio, Giuri 8, Bostic 18, Cefarelli, Watt 18, Johnson 4. All. Sandro Dell’Agnello

Dinamo Sassari. Bell, Devecchi, D’Ercole 6, Sacchetti 9, Lydeka 4, Savanovic 1, Carter 14,  Stipcevic 20, Lawal 12, Lighty 4, Ebeling, Monaldi . All. Federico Pasquini.