Capo d’Orlando spreca, Pistoia vince di rimonta e chiude sesta

ariel filloy, pistoia

La Giorgio Tesi Group Pistoia sbanca il PalaFantozzi di Capo d’Orlando 58-65 e chiude al sesto posto in classifica. A trovarla nella post-season ci sarà Avellino, terza, in una sfida molto interessante tra due delle rivelazioni del campionato.

Esposito torna a Capo d’Orlando dopo la parentesi del 2006-2007 in cui raggiunse la salvezza con Perdichizzi in panchina, ma questa volta lo fa nei panni dell’allenatore e con la squadra al completo.

Capo d’Orlando, priva di Jasaitis (già partito), Bowers e Stojanovic, tenta l’impresa per chiudere al meglio una stagione estremamente positiva, soprattutto se si considera la difficoltosa parte centrale del campionato, quando la salvezza per Di Carlo ed il suo staff sembrava solo un miraggio.

Poco spettacolo all’inizio, tanti errori da una parte e dall’altra. Il punteggio dice tutto: 13-16 dopo 10’. Meglio parlarci su.

Le due squadre tornano in campo più convinte: Capo d’Orlando trascinata da Boatright e dal Baso, forse alla sua ultima partita in carriera, mentre Pistoia distribuisce bene i suoi punti, ma va in difficoltà contro la zona preparata da Di Carlo. In particolare, gli esterni di Capo d’Orlando sfidano più volte al tiro Lombardi e Moore, “battezzandoli” ed ottenendo risultati positivi; discorso diverso, invece, quando a tirare è Filloy, oggi particolarmente ispirato.

L’equilibrio si rompe a cavallo del terzo e dell’ultimo quarto, con alcune ottime giocate di Ilievski ma soprattutto grazie all’apporto di Nicevic e Perl, che più volte si trovano a duettare e poi concludere in maniera spettacolare l’azione.

Nel momento migliore di Capo d’Orlando, con Boatright in panca, Pistoia ritrova la forza per non mollare, e trascinata dal solito Filloy, piazza un parziale di 11-0 che stronca le gambe della Betaland. A nulla serve il rientro in campo di Boatright e i tiri di Basile e Ilievski, che si infrangono sul ferro.

Qualche rammarico nel finale per i padroni di casa che avrebbero voluto chiudere con la ciliegina sulla torta questa stagione. Pistoia invece ringrazia e brinda: gli uomini di Esposito adesso potranno ricaricare le pile per qualche giorno per poi spostare l’attenzione sui playoff.

BasketItaly.it MVP: Ariel Filloy. 15 punti, 1/1 da due, 4/6 da tre, 15 di valutazione. L’argentino è l’anima della squadra ed è anche colui che guida la rimonta. Non sbaglia i tiri piazzati decisivi ed insieme a Knowles consegna questa vittoria importantissima a Pistoia. Fondamentale.

Betaland Capo d’Orlando – Giorgio Tesi Group Pistoia 58-65 (13-16, 31-30, 42-42)

Capo d’Orlando: Galipò n.e., Ihring, Basile 9, Ilievski 9, Laquintana 1, Perl 14, Nicevic 12, Munastra n.e., Vujicevic, Oriakhi 3, Nankivil 2. Coach: Di Carlo.

Pistoia: Di Pizzo n.e., Knowles 11, Amato, Mastellari, Antonutti 5, Lombardi 8, Filloy 15, Severini n.e., Czyz 7. Blackshear 6, Moore 5, Kirk 8. Coach: Esposito

Tiri da due: Capo d’Orlando 17/31, 55% ; Pistoia 10/31, 32%

Tiri da tre: Capo d’Orlando 6/23, 26% ; Pistoia 11/31, 35%

Tiri liberi: Capo d’Orlando 6/15, 40% ; Pistoia 12/18, 67%

Rimbalzi: Capo d’Orlando 37 (31 dif., 6 off.) ; Pistoia 39 (28 dif., 11 off.)

Assist: Capo d’Orlando 12 ; Pistoia 14

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *