Cantù prosegue la sua marcia strapazzando anche una indomita Pistoia

La Red October Cantù conferma il suo magico momento di forma e dopo aver sconfitto Avellino, passeggia a tratti contro una volenterosa The Flexx Pistoia. I lombardi, nonostante una pausa del terzo periodo, hanno macinato gioco e canestri, trovando anche i 19 punti di vantaggio, prima di subire un momentaneo ritorno dei toscani, che si sono avvicinati ad otto lunghezze. Pistoia ci ha provato, ma nonostante il grande cuore ha patito a rimbalzo ed ha chiuso con un negativo 12/27 ai liberi. Per Cantù sono ottime le prove di Burns, Smith e Chappelle, con Culpepper vera mina vagante della gara. Per Pistoia buone le prove di Laquintana ed Ivanov, ma bene a tratti anche Gaspardo, mentre poco incisivi McGee e Diawara.

Cantù schiera in quintetto Smith, Culpepper, Chappel, Burns e Thomas, mentre Pistoia inizia con Moore, McGee, Diawara, Gaspardo e Ivanov. Buon inizio da parte di entrambe le squadre, con gara in equilibrio fino all’11-11 di metà periodo, prima che i padroni di casa realizzino un parziale di 15-3 portino il punteggio sul 26-14. Un bel canestro di Laquintana sulla sirena, permette ai toscani di andare a riposo sotto di sei lunghezze.

Cantù parte bene nel secondo periodo dominando a rimbalzo offensivo, ma una tripla di Mian tiene Pistoia in partita e punteggio sul 32-25 dopo due minuti. I lombardi in attacco sbagliano pochissimo salendo sul +16, ma la The Flexx trova un parziale di 9-1, con le triple di Mian e Moore ed a metà periodo cerca di avvicinarsi sul 42-34. La squadra di Sodini però dimostra di avere una vena offensiva straordinaria e con Culpepper e Chappelle trova addirittura il massimo vantaggio di 59-40 sul finire del primo tempo, chiuso con una valutazione complessiva di 77-37.

Ottimo inizio di Pistoia dopo la pausa lunga, con i biancorossi che difendono forte e concedono solo 5 punti nei primi cinque minuti di gioco ai lombardi, con il punteggio sul 64-53. Una tripla di Culpepper riporta Cantù avanti di 15 lunghezze, ma nonostante la terribile serata a liberi, la The Flexx si rifà sotto e si avvicina sul 70-62 grazie a due liberi di Magro, dopo un antisportivo fischiato a Parrillo. Proprio sulla sirena però gli arbitri fischiano un fallo da tre punti a Laquintana su Chappelle, con il giocatore americano che metti i liberi e permette ai suoi di chiudere sopra di 14 punti.

Un 5-0 iniziale firmato Burns, riporta Cantù avanti di diciannove lunghezze dopo nemmeno due minuti di gioco, indirizzando definitivamente la partita per la Red October. Un tecnico alla panchina biancorossa, dopo un fallo fischiato su Thomas, mette definitivamente la parola fine alla gara, con Cantù avanti 92-74 a metà periodo. Gli ultimi cinque minuti di gioco servono solamente ai padroni di casa per chiudere l’ennesima gara oltre i 100 punti realizzati.

MVP: Christian Burns, 17 punti in 30 minuti, 8/10 dal campo, 15 rimbalzi e 30 di valutazione.

Red October Cantù – The Flexx Pistoia 106-85 (26-20 / 59-42 / 78-64)

Red October Cantù: Smith (21), Culpepper (13), Cournooh (10), Parrillo (3), Tassone (0), Maspero (2), Raucci (0), Chappell (14), Burns (17), Thomas (13), Ellis (13). All. Marco Sodini

The Flexx Pistoia: Moore (6), Diawara (5), Magro (3), McGee (10), Gaspardo (13), Mian (18), Ivanov (9), Bond (4), Laquintana (13), Barbon (0), Onuoha ne , Della Rosa (2). All. Vincenzo Esposito

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *