Brindisi: spunta Sundiata Gaines! Delroy James prende tempo e Formenti sempre in bilico

Non è ormai un segreto che Brindisi investirà tanto nello spot di point guard e così il General Manager Alessandro Giuliani è intento a scrutare il mercato per assicurare a coach Piero Bucchi un giocatore che prenda le redini della squadra e raccolga l’eredità dell’ormai lontano Scottie Reynolds. Dopo aver visto sfumare la trattativa quasi conclusa con Pierre Jackson, ecco spuntare il nuovo nome che nelle prime ore del mattino ha subito entusiasmato i tifosi brindisini: Sundiata Gaines, già visto a Cantù nel 2008-09.

 

Fonti vicine alla società confermano una trattativa col procuratore del giocatore che nel 2010 fu protagonista del più classico sogno americano: alla sua quinta apparizione tra le fila degli Utah Jazz il playmaker riesce ad infilare la sua prima tripla proprio sulla sirena finale del match regalando così il canestro del 97-96 per la vittoria sui Cleveland Cavs.

Dopo quella tripla la carriera NBA di Gaines, classe 1986 (185cm per 91kg), ha stentato a decollare e nelle due stagioni successive ha fatto registrare poche apparizioni con le maglie di Minnesota e Toronto ma poi è riuscito a sfruttare l’occasione presentata dalla franchigia di New Jersey e Sundiata Gaines è riuscito a trasformare un contratto di 10 giorni in un pluriennale: nella stagione 2011-12 entra a referto per ben 57 volte con un minutaggio di 14minuti per gara facendo registrare 5 punti di media a partita conditi da due assist ed una palla rubata. Nonostante quella tripla che ha segnato la sua carriera, il tiro dall’arco non è la specialità della casa così come confermato dai numeri della sua ultima stagione in Cina durante la quale, in 31 partite ad alto minutaggio, ha fatto registrare 19 punti di media (col 48,5% da due e il 66,8% ai liberi ma solo il 26% da tre), 4,7 assist e quasi 7 rimbalzi a partita.

Guardando ancora al mercato in entrata, tiene ancora banco una trattativa che qualche giorno fa sembrava già conclusa: Delroy James sembrava vicinissimo a vestire il biancazzurro dell’Enel Brindisi ma un suo tweet sembra abbia frenato i piani della dirigenza brindisina che, grazie al suo tesseramento in quota comunitari, poteva spendere due tesseramenti per extracomunitari per gli ultimi due ruoli rimasti vuoti (play e ala piccola). Questo il testo del tweet del giocatore col quale il 30 Luglio dichiara di essere ancora sul mercato:

Still on the market… Haven’t signed yet.

Sono trascorsi 2 giorni dal tweet e chissà che nelle prossime ore la situazione possa prendere una piega definitiva.

Resta sempre in stand by la situazione di Matteo Formenti il cui contributo non rientra più nei piani tecnici di coach Bucchi. Il giocatore però può vantare ancora un anno di contratto con la società brindisina. Formenti ha sempre dimostrato grande dedizione alla causa brindisina confermandosi un professionista e garantendo massimo impegno ogni giorno durante le due stagioni trascorse alla corte di coach Bucchi.

Antonio Magrì
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *