Brindisi chiude per Delroy James e ad un passo dal suo re: Akingbala!

L’Enel Basket Brindisi ad un passo dal doppio colpo: è fatta per l’ala forte Delroy James mentre si aspetta di limare gli ultimi dettagli della trattativa per il centro Akinlolu Akingbala: entrambi i giocatori, tesserabili come comunitari (il primo è nato in Guyana per essere poi naturalizzato statunitensementre il secondo è un giocatore nigeriano), chiuderanno il reparto lunghi a disposizione di coach Bucchi che partirebbe con l’idea di schierare in starting five James e Akingbala mentre dalla panca si alzeranno Zerini e Todic con quest’ultimo che dovrebbe garantirsi un buon minutaggio.

 

Akingbala nella stagione scorsa ha disputato solo due partite a minutaggio ridottissimo nel campionato ucraino. Ma il centro classe 83, alto ben 209 centimetri ha fatto valere la sua stazza nelle 4 stagioni precedenti, tra le fila dello Sluc Nancy, con numeri sempre in crescita durante le quattro stagione fino ad arrivare ai 12,5 punti in 28 minuti della stagione 2011-12 con il 63,5% ma solo il 56% nei liberi. Grazie anche agli otto rimbalzi a partita la valutazione media del giocatore nato a Lagos è stata pari a 15,9 (giusto per avere un termine di paragone Cedric Simmons ha chiuso la sua stagione a Brindisi con 9,4 punti di media, 6,6 rimbalzi a partita e 13 di valutazione media). Nella stessa stagione Akin Akingbala ha anche partecipato all’Eurolega conservando in linea di massima le medie registrate in campionato:  nella massima competizione europea il centro nigeriano ha disputato 8 partite e in quasi 30 minuti di media ha registrato 12 punti ad allacciata di scarpe, ha catturato 7 rimbalzi e ha confermato solidità nel tiro dal pitturato (57,7%) e mano incerta dalla linea dei liberi (43,8%).

Sembrerebbe quindi che coach Bucchi, proprio come fatto con Cedric Simmons, voglia puntare forte sulla voglia di riscatto del giocatore dopo una stagione da dimenticare.

Per quanto riguarda Delroy James si è già scritto tanto e a momenti dovrebbe arrivare la conferma dell’ingaggio da parte di Brindisi dato già per fatto secondo il portale Eurobasket. Nella prima fase del mercato l’ala forte era già stata accostata alla squadra pugliese. Riportiamo quindi la descrizione del giocatore scritta già il 10 giugno:
Delroy James, invece, fratello del più conosciuto Shawn James (attualmente al Maccabi Tel Aviv) è un’ala grande che ha appena trascorso a Ferentino la sua prima intera stagione in Europa. Classe 1987 si dice di lui che sia un bravissimo ragazzo con tanta fama di arrivare nel basket che conta e che vede proprio nel fratello Shawn il modello da seguire. Dotato di buon atletismo, con Ferentino ha peccato leggermente di continuità ma considerando che si trattava della sua prima stagione fuori dagli States (eccezion fatta per una breve parentesi in Israele) i margini di miglioramento sono molto ampi sotto questo punto di vista. Le sue statistiche nel database di Giuliani reciterebbero così : 26 anni, ala grande, 16 punti a partita in 30 minuti di gioco, 53,8% da due, 33,7% da tre, 74% dalla lunetta, 6 rimbalzi ed una stoppata a partita. Saldo palle recuperate in attivo rispetto quelle perse (2,9 – 2,3). Infine 2 assist per un 17,9 di valutazione media che avrebbe convinto la società di contrada Masseriola ad avviare una trattativa col procuratore del giocatore nato in Guyana.
Non parliamo di un giocatore che farà certamente la differenza al piano superiore ma abbiamo di fronte un’ala forte capace di portare ulteriore energia in casa Enel e che rappresenta un investimento con un buon rapporto qualità/prezzo in linea con l’annunciata riduzione del budget a disposizione per la costruzione del roster.

Antonio Magrì
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *