Super Pullen e la Virtus Bologna batte una brutta Brindisi

La Virtus Bologna di coach Luca Bechi guidata da un Super Pullen espugna il PalaPentassuglia di Brindisi i cui giocatori non onorano l’ultima davanti al pubblico mostrandosi svogliati già alla palla a due. Mancanza di motivazione con conseguente difesa biancazzurra passiva e la mano calda del numero 35 virtussino sono i due temi principali del match

La cronaca del match: Alla palla a due Bucchi schiera il solito quintetto con Reynolds, Gibson, Viggiano, Robinson e Simmons. Bechi, ex di turno, propone Poeta, Pullen, Gaddefors, Gigli e Rocca. Primo quarto a ritmo blando. Robinson mette a segno 8 punti ma Brindisi concede a Bologna molti giochi da 3 punti commettendo falli molli agli avversari che non avevano alcuna difficoltà a subire il fallo e bucare la retina. Poeta mette 6pt e la solita tripla di Gibson sulla sirena porta il passivo di Brindisi ad una sola lunghezza: 23-24.

Le due squadre continuano a ritmi blandi. I giovani virtussini ben figurano con Bechi che schiera una zona che allungata crea qualche grattacapo a Bucchi che trova la quadratura del cerchio mettendo fuori sia Reynolds che Gibson e consegnando le chiavi della regia a Matteo Formenti che ben attacca la zona punendola con una tripla e riportando i suoi in vantaggio per 45-41 alla pausa lunga. Per Brindisi 12 punti di Robinson, 9 per Viggiano e solo 5 per Gibson. Per Bologna invece 9 di Pullen e 8 per Poeta.

Durante la pausa i tifosi brindisini omaggiano Santi Puglisi con una targa.

Pronti via e la Virtus ricuce subito lo svantaggio con Gigli che dà vita a un bel duello contro Robinson. Reynolds ritorna in campo a 3’30 dalla sirena a causa dei suoi tre falli ma un minuto dopo sulla tripla di Pullen del 56-63 Bucchi è costretto al time out. Tornati sul parquet Brindiis fa scorrere i 24secondi senza tirare. Clamoroso un contropiede dei padroni di casa con Reynolds che pur di non passare palla a Gibson si esibisce in una piroetta e lancia il contropiede avversario. 62-68 il punteggio a 10 minuti dal termine.

Il capitano Klaudio Ndoja carica i suoi all’ingresso in campo ma Reynolds se ne infischia e non marca Pullen che infila due triple replicando a Gibson e Grant. Al 34′ è 74-80. Pullen è incontenibile: tripla del 75-85 e a 3:40 al termine sul 79-87 Reynolds in lunetta accorcia sul -6. Pullen firma 30pt sull 81-89 ma a 2:35 dalla fine sulla schiacciata del -4 di Robinson, coach Bechi è costretto al time out. 93sec alla fine e ancora Pullen dalla lunetta porta i suoi sul +6 e poi conquista il rimbalzo difensivo decisivo. Brindisi non ci crede più e rinuncia anche al fallo tattico.

Mvp del match Pullen con i suoi 34 punti in 31 minuti e 32 di valutazione complessiva. Brindisi invece chiude male la stagione casalinga cedendo il passo ai giovani virtussini che espugnano il Palapentassuglia vincendo per 87-93.

Enel Brindisi: Viggiano 13, Robinson 22, Reynolds 15, Formenti 5, Ndoja 6, Simmons 10, Zerini, Gibson 10, Alibegovic, Grant 6,. Coach Bucchi.

Virtus Bologna: Gaddefors 17, Imbrò 5, Poeta 8, Rocca 11, Gigli 8, Landi 2, Parzenski 2, Fontecchio 2, Andusic 4, Pullen 34. Coach Bechi.

 

LA FOTOGALLERY DELL’INCONTRO

Antonio Magrì
BasketItaly – riproduzione riservata.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *