Brindisi conquista il derby del Sud: battuta Avellino 94-74

br.tr.

Clima caldissimo al PalaPentassuglia di Brindisi che vede una poco convincente Sidigas Avellino scontrarsi contro una quasi perfetta e mai doma Enel. I pugliesi ribaltano la differenza canestri vincendo sul +20 e fermano gli ospiti al terzo posto in classifica con 30 punti. Per gli irpini grande prova di Fesenko con 28 pt e 9 rimbalzi in 29 min; dall’altra parte un super Samardo Samuels da 17 pt e 8 rimbalzi in 16 minuti.

 

La Scandone non riesce a trovare da subito la via del canestro, Brindisi parte bene e attacca con M’Baye che mette la prima firma da tre, seguita dall’immediato time out per coach Sacripanti. Sblocca Fesenko con il sottomano, ma Joseph e Scott a turno colpiscono dalla lunga. Ingresso in campo per l’attesissimo Samardo Samuels che va a prendersi i primi due punti e il fallo, mentre ad Avellino viene tutto male. 24-5 alla fine del primo quarto.

Randolph segna la prima tripla per gli ospiti (7/23 tot), Thomas segna dall’area e il mini parziale realizzato dagli irpini costringe Sacchetti al time out. Goss la spunta dall’angolo, ma l’Enel spreca negli ultimi minuti e si va in spogliatoio sul 41-26.

Nella ripresa, i pugliesi tornano sul +19 con le conclusioni di Moore e Carter, mentre dall’altra parte Fesenko risolve da solo vincendo il duello sotto canestro con il centro biancazzurro, tanto da rosicare punti fino ad arrivare al -9. Per Brindisi l’uomo chiave è Samuels, che con l’atteggiamento di chi è tornato in Italia per dominare, batte la difesa avellinese e chiude il terzo periodo sul 64-53 sotto gli applausi del pubblico di casa.

Logan si prende la squadra sulle spalle e scuote i suoi ragazzi, intanto il tabellone dice sì al tiro dalla lunga di Joseph. Schiacciata di prepotenza per Fesenko, dall’altra parte schiacciata in volata per M’Baye, ma il tecnico fischiato a Samuels per esultanza dopo la sua tripla permette agli ospiti di accorciare sul -7 dopo cinque minuti di gioco. Lo stesso centro giamaicano non ci sta, e sotto la carica di un PalaPentassuglia bollente, porta a spasso gli uomini di Sacripanti e mette a segno anche la seconda tripla. Green e Randolph non falliscono le conclusioni, ma Avellino si riallontana dai padroni di casa, che conquistano la vittoria sul +20 dopo il tap-in di Scott. E’ festa al 40’ sul 94-74.

 

Tabellini

ENEL BRINDISI: Scott 18, Carter 14, Goss 12, Cardillo 3, Moore 10, M’Baye 9, Samuels 17, Joseph 11, Sgobba 0, Spanghero 0.            Rimbalzi: 38          Palle perse: 17             Assist: 15

SIDIGAS AVELLINO: Zerini 0, Green 6, Logan 23, Leunen 0, Cusin 2, Severini 0, Randolph 8, Obasohan 0, Fesenko 28, Thomas 7.        Rimbalzi: 32      Palle perse: 18     Assist: 13