Per Brian Sacchetti una nuova avventura nel segno della Leonessa

Slide-Brian-Sacchetti

Germani Basket Brescia è lieta di annunciare l’acquisto di Brian Sacchetti, 31enne ala che nelle ultime sette stagioni è stato una delle colonne della Dinamo Sassari. Sacchetti, che in Serie A vanta 310 partite (32 gare, 5.1 punti e 4.3 rimbalzi nell’ultima stagione), ha firmato un contratto che lo legherà alla Leonessa per due stagioni.

“Sono molto contento, non vedo l’ora di cominciare – spiega il nuovo giocatore della Germani Basket Brescia -. Ho parlato con Sandro Santoro e con coach Andrea Diana, è stato subito un bell’approccio. Sono molto contento che mi abbiano scelto, non vedo l’ora di cominciare e di rimettermi alla prova. Comincio una nuova avventura dopo aver passato 7 anni in una squadra che mi ha dato tanto: ho sentito che era il momento di trovare qualcosa di diverso, non vedo l’ora di arrivare a Brescia e ricominciare con la mia nuova squadra e i miei nuovi compagni.

Apprezzo molto il progetto che mi è stato presentato, penso che sia l’inizio di qualcosa di importante. Entro in punta di piedi in un gruppo che in gran parte è stato confermato, un altro fattore che di questi tempi è difficile trovare. Nel mio piccolo cercherò di aiutare la squadra che ha fatto bene lo scorso anno e dare il mio contributo. Conosco l’entusiasmo del posto, della società e dei tifosi, che ho avuto modo di apprezzare lo scorso anno da avversario. Sono pronto a dare il 100% come ho sempre fatto per dare qualcosa in più alla squadra”.

“Mi fa molto piacere aver aggiunto Brian Sacchetti al gruppo di giocatori che lo scorso anno hanno disputato la stagione del ritorno della Leonessa in Serie A – afferma Graziella Bragaglio, presidente del Basket Brescia Leonessa -. Brian ha fatto una scelta non facile, staccarsi da una città dopo 7 stagioni non è mai semplice. Per noi è un onore riuscire a portarlo a Brescia e fargli indossare la maglia della Leonessa”.

“Brian Sacchetti ha un curriculum che parla da solo – dichiara Sandro Santoro, General Manager della Leonessa -, nel quale però non sono elencate tutte le qualità del suo gioco e della grande sostanza che è riuscito a produrre in questi anni di carriera, ottenendo risultati eccezionali con la maglia della Dinamo Sassari. Ritengo che nell’economia di una squadra e di tutto ciò che può produrre, Brian può contribuire in modo qualitativamente concreto per donare a questa società il massimo dell’impegno e altrettante soddisfazioni”.

“Brian è un giocatore di alto livello, in grado di coprire più ruoli, con una solida attitudine difensiva e indiscusse qualità al tiro – spiega Andrea Diana, coach della Germani Basket Brescia -. Negli ultimi anni ha calcato palcoscenici importanti, vincendo uno scudetto e affrontando le coppe europee: per questo sono molto contento che abbia scelto Brescia per il prosieguo della sua carriera. Ovunque abbia giocato si è fatto apprezzare non solo per il suo talento ma anche per il suo valore umano e sono sicuro che sia il pubblico di Brescia che i suoi compagni di squadra sapranno riconoscere questa sua qualità. Io per primo, durante il nostro colloquio, sono rimasto piacevolmente sorpreso e colpito dal suo entusiasmo e dalla sua motivazione e sono davvero soddisfatto che abbia deciso di far parte del nostro progetto”.

LA SCHEDA – Nato a Moncalieri il 4 maggio 1986, figlio di Romeo Sacchetti (132 partite in Nazionale e l’oro europeo a Nantes nel 1983 da giocatore), Brian Sacchetti esordisce nel basket che conta con la maglia di Castelletto Ticino, dove gioca due campionati di B (sotto la guida tecnica del padre) e uno in Lega Due. Nell’estate del 2006 si trasferisce a Ferrara, dove resta complessivamente quattro stagioni, centrando nel 2008 la promozione in Serie A.

Nel 2010 indossa la maglia della Dinamo Sassari, ritrovando il padre Meo in panchina. Nei 7 anni trascorsi in Sardegna, Sacchetti si leva grandi soddisfazioni, conquistando uno scudetto (stagione 2014-2015), due Coppe Italia (2014 e 2015), una Supercoppa Italiana (2014) e prendendo parte per due volte all’Eurolega, la massima competizione continentale. Lo scorso 1° giugno comunica ufficialmente la fine del rapporto con la Dinamo dopo aver disputato complessivamente 253 gare di campionato (con 1.224 punti a referto), 18 partite di Eurolega, 34 gare di Eurocup e 20 di Champions League.

Con la maglia della Nazionale ha fatto parte delle rappresentative Nazionali Under 18 e Under 20, disputando l’Europeo Under 18 del 2004 a Madrid e gli Europei Under 20 del 2005 e 2006, rispettivamente a Mosca e Izmir. Vanta due presenze e 2 punti all’attivo nella Nazionale maggiore, entrambe collezionate nel giugno del 2009.