Bologna-Varese: si gioca per primato ed imbattibilità

Domani sera alle 20:30 in posticipo la partitissima della quarta giornata di campionato sarà sicuramente quella di Casalecchio dove i padroni di casa della Saie3 Bologna affronteranno la Cimberio Varese. Il match che vedrà opporsi due delle tre capolista a punteggio pieno del campionato (la terza squadra in questione è la Dinamo Sassari) sarà trasmesso in diretta televisiva sugli schermi di Raisport. Grande euforia nella città felsinea in attesa del big match, euforia che si trasformerà in un tutto esaurito all’Unipol Arena, che farà gongolare dalla gioia cassiere e presidente virtussino Claudio Sabatini in primis.

Bologna nell’ultimo turno di campionato ha vinto la gara esterna in quel di Montegranaro, ma la settimana appena trascorsa non è stata facile da gestire per coach Finelli. L’ala americana Stevin Smith ha fatto rientro negli States per stare accanto alla moglie in dolce attesa, mentre Ricky Minard (nella foto in alto a sinistra) si è allenato a singhiozzo causa una leggera contusione al piede sinistro. In casa Virtus si spera, comunque, che Smith possa essere della partita, infatti in molti credono che l’ala ex Rieti e Panathinaikos possa atterrare nell’aeroporto bolognese Domenica mattina, mente per quel che riguarda Ricky Minard il giocatore è tornato ad allenarsi con una certa regolarità dalla giornata di ieri. La Cimberio Varese, anch’essa, arriverà in quel di Bologna sulle ali dell’entusiasmo dopo aver battuto con grande autorità nel posticipo di Lunedì scorso a Masnago i campioni d’Italia della Montepaschi Siena. In settimana il presidente Cecco Vescovi (da giocatore l’ex ala ha militato tra le fila dei rivali della Fortitudo Bologna) ha cercato di smorzare un pochino gli entusiasmi, dicendo che la squadra non si deve accontentare delle tre vittorie finora conquistate, ma dovrà continuare a lavorare duro in palestra per migliorarsi. La squadra biancorossa lombarda ha dimostrato di aver subito recepito lo spartito tecnico del nuovo allenatore Frank Vitucci, infatti secondo molti addetti ai lavori la formazione varesina è quella che in questo primo breve scorcio di campionato ha espresso il basket migliore in termini di gioco ed attuazione degli schemi offensivi. I grandi protagonisti varesini dell’ottimo inizio sul campo, sancito dalle tre vittorie in fila, sono stati la guardia-ala nigeriana ex Caserta Ebi Ere, che si sta dimostrando un realizzatore implacabile (22,3 punti a partita per il neo capitano varesino), il pivot Dunston, che numeri alla mano in questo momento è il miglior lungo del campionato con 17,3 punti e 9,3 rimbalzi a partita, ed il play Mike Green. Quest’ ultimo, che sarà in campo nonostante un ginocchio sinistro non al meglio per una botta rimediata contro Avellino, l’anno passato a Barcellona in Legadue dopo aver conquistato l’anno precedente la finalissima scudetto con Cantù, ha affermato in settimana che l’esperienza nella seconda lega nazionale lo ha decisamente  fatto maturare dal punto di vista agonistico. Il compito tra le fila delle V-Nere di limitare l’impatto del lungo Dunston sarà affidato  all’esperta coppia composta da Angelo Giglio (per il romano nelle prime tre gare di campionato 11 punti di media con 7,3 rimbalzi) e Mason Rocca (4,3 p + 5,4 r a partita per l’ex Napoli e Milano). Inoltre vista la probabile assenza di Smith coach Finelli come già accaduto in questo inizio di campionato (NDR Bologna è ancora alla ricerca di un americano per puntellare il suo settore degli esterni)  darà ampio spazio ai suoi giovani, ed in particolare a Viktor Gaddefors. L’ala islandese, classe 1993 la passata stagione in prestito ad Avellino, è stato uno dei migliori in campo nella scorsa partita in terra marchigiana con 14 punti a referto. Infine da leccare i baffi  per gli spettatori sarà il confronto tra le guardie: il virtussino Hasbrouck (17,7 punti di media)  ed il varesino Banks (18,3 p a partita)

 

Le due squadre giocano, quindi, per mantenete imbattibilità e primato, in una partita dal pronostico difficilmente decifrabile per tutta la serie dei fattori che abbiamo indicato prima. La Virtus dal canto suo avrà la spinta degli 8000 di Casalecchio, mentre Varese potrà contare su un gioco ed un collettivo maggiormente collaudato.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata