Biella-Cremona: due punti che fanno gola

Era il sei novembre scorso, quando al PalaRadi, la peggior Vanoli Braga formato casalingo, venne prese letteralmente a p allate dall’Angelico Biella; quella sconfitta, 58-79 per i piemontesi, costò la panchina a coach Tomo Mahoric. Da allora sono passati oltre tre mesi ed un intero girone di campionato e le cose sono cambiate per entrambe le formazioni, che si ritroveranno di fronte domenica al Lauretana Forum (nell’immagine un momento della partita d’andata, foto Maura Tonghini), per una sfida che mette in palio due punti salvezza pesanti.

L’INFERMERIA DELLE DUE SQUADRE: entrambe le contendenti sono reduci da un momento sfortunato per quanto riguarda la lista infortunati. Cremona sarà sicuramente senza Marko Tusek, appiedato da una fascite plantare fastidiosa che lo perseguita da oltre un mese. Gli acciacchi di Jasmin Perkovic e Riccardo Antonelli, invece, sembrano essere recuperati e i due lunghi saranno a disposizione di coach Attilio Caja.

Per quanto riguarda Biella, l’unico assente sarà il centro Linos Chrysikopoulos; rientrati, invece, gli allarmi per Coleman e Dragicevic, che hanno superato i rispettivi problemi accusati in settimana. Quindi coach Massimo Cancellieri potrà schierare la formazione tipo, per cercare di tornare al successo dopo due ko consecutivi.

LA PARTITA: L’impegno per la Vanoli Braga si presenta molto arduo, seppure la squadra cremonese è reduce dalla rigenerante vittoria casalinga contro la Virtus Bologna; l’Angelico Biella in casa ha un ruolino di marcia impressionante, con sei vittorie in nove partite giocate. Il rendimento dell’Angelico tra le mura amiche, rende ostico per chiunque sbancare il Lauretana Forum; 75.6 punti di media, che diventa 78.2 nelle gare casalinghe, concedendo 76 scarsi, 75.6 per la precisione, all’avversario di turno. Decisamente peggiore la marcia della Vanoli Braga lontano dal PalaRadi; solo due le vittorie ottenute in viaggio, che però pesano come un macigno ai fini della classifica, grazie agli exploit sui parquet di Casale Monferrato e Teramo; l’attacco dei ragazzi di coach Attilio Caja referta 71.2 punti scarsi a partita (secondo peggior attacco della Lega), e ne incassa 78.3. Se sulla carta sembra un match destinato a finire con il segno 1, guardando alle mere statistiche, le due squadre viaggiano con medie simili; pochissima differenza per quanto riguarda la lotta a rimbalzo, con Cremona di un’incollatura avanti grazie alle 32.7 carambole di media arpionate, al quale Biella risponde con le sue 32.5. Vantaggio abbastanza netto, invece, per i piemontesi nella percentuale da due punti; lusinghiero 54.8% per i Cancellieri Boys, poco confortante 48.3% per Cremona, con la terza peggior prestazione del campionato. La situazione s’inverte, invece, quando la contesa si sposta sul perimetro; l’Angelico mette insieme un 31.5% che gli vale il terz’ultimo posto nella speciale graduatoria, mentre fa leggermente meglio la Vanoli Braga, dove innalza un discreto 33.3%. Biella, però, è la squadra che perde più palloni di media; con i suoi 18.4 guida la poco invidiabile classifica e i 10.8 recuperi non riescono a fare da contraltare al dato negativo; anche Cremona vive la stessa situazione, con quasi 16 palle perse a gare, e solamente 8 recuperate.

CHIAVE DELLA PARTITA: Biella cercherà di aggredire da subito la partita, imprimendo un ritmo forsennato alla contesa. Se la Vanoli Braga vuole alimentare le speranze di un colpaccio (la truppa biancoblu non ha mai vinto a Biella), dovrà reggere l’urto iniziale dei padroni di casa, cercando di sfruttando, cammin facendo, le rotazioni limitate dell’Angelico. La difesa cremonese dovrà, inoltre, fare attenzione al capocannoniere del campionato, Coleman, che viaggia a 18.3 punti ad allacciata di scarpe; un occhio di riguardo dovrà essere riservato anche a Pullen, che ne mette 15.2 a gara; se i due colored di Biella entrano in ritmo, per la Vanoli Braga la gara si complicherebbe. Il compito di Cremona non sarà sicuramente agevole, considerando che anche Miralles è uno dei punti di forza dei piemontesi, e la mette con il 63.1% in avvicinamento. La Vanoli Braga, invece, può contare sul 41% dall’arco di Daniele Cinciarini, sul nuovo acquisto Jason Rich, confermatosi realizzatore affidabile e sulla spinta emotiva arrivata dal successo contro Bologna. I due punti fanno gola ad entrambe le squadre; Biella con il successo avvicinerebbe la zona play off, allontanando ulteriormente quella calda della retrocessione, mentre la Vanoli Braga darebbe un forte segnale alle rivali, mantenendo alta la pressione sull’inseguitrice Casale Monferrato e preparandosi al meglio al doppio impegno casalingo che attende la ciurma di coach Caja.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *