Benetton Treviso in lutto: è morto Enzo Lefebre

Tutto il mondo del basket è in lutto per la scomparsa di Enzo Lefebre, avvenuta a Treviso dopo una lunga malattia. Enzo ha combattuto fino all’ultimo, continuando incessantemente fino ai giorni scorsi a lavorare con la consueta passione e tenacia per la Pallacanestro Treviso di cui era Amministratore Delegato e Vicepresidente, e per Verde Sport dove curava da molti anni il settore marketing. Lascia la moglie Irmgard (per tutti “Extra”) e la figlia Joy: la sua perdita sarà un vuoto incolmabile per lo sport al quale ha dedicato tutta la sua vita sia come esperto di marketing e portatore di idee e innovazioni nelle realtà in cui ha prestato la sua opera, sia come dirigente sportivo. Il presidente della Lega Basket Valentino Renzi e tutti i club della Serie A si stringono attorno alla sua famiglia e alla Pallacanestro Treviso per le più sincere condoglianze.

 

Enzo Lefebre, era nato a Milano il 22 marzo 1948 ed era attualmente Amministratore Delegato e Vicepresidente della Benetton Basket Treviso e Direttore Marketing di Verde Sport.

La sua carriera parte nel mondo del basket nel 1989 come manager di Pavia dopo aver lavorato nel settore della moda e dei viaggi. E’ stato anche giocatore nelle serie minori e allenatore di basket. Dal 1990 fino al 1994 è il General Manager dell’Olimpia Milano. In questo periodo svolge contemporaneamente anche il delicato compito di “lancio” del Forum di Assago, mentre con la squadra allenata da Mike D’Antoni conquista una Coppa Korac e raggiunge una finale scudetto e una Final Four di Eurolega ad Istanbul. Nel 1994/95 è alla Virtus Bologna come Vicepresidente esecutivo, e la stagione si conclude con la vittoria dello scudetto. Poi l’esperienza con la Teorematour che da Arese si trasferisce a Milano, fino al 1996, quando avviene la sua prima esperienza trevigiana: dal 1996 al 1999 è infatti alla Verde Sport come Direttore Marketing ideando o partecipando attivamente alla nascita di eventi come la Summer League, il Nike Eurocamp, al lancio del merchandising e dell’immagine delle squadre e anche nel lancio di Asolo Golf Club. La sua presenza fu, in quegli anni e in quelli successivi trascorsi a Bologna, tra quelle più influenti per il contributo italiano alla nascita dell’Eurolega-Uleb. In seguito, dal 1999/2000 la lunga parentesi con la Fortitudo Bologna, dove per le prime tre stagioni riveste la carica di Direttore Generale che comprendeva l’area marketing-commerciale e l’area tecnica della prima squadra, con la quale conquista uno scudetto e due finali play off. Dal 2002 al 2006 il suo ruolo a Bologna-Fortitudo è di Vicepresidente e partecipa dalla scrivania alla vittoria di un altro scudetto e a tre finali, con innumerevoli successi nel campo delle sponsorizzazioni e del marketing e nella ristrutturazione del PalaDozza, che ne hanno fatto uno dei principali esperti in materia a livello nazionale. Particolarmente importante la sua esperienza nell’ambito della gestione privatizzata degli impianti-contenitori sportivi, nelle iniziative di co-marketing con le aziende-partner, nella pratica del marketing relazionale “B 2 B” e nell’innovativo sistema di ticketing (ha inventato la “Double”, particolare tipo di ticket per la fruzione degli eventi sportivi) e di community di tifosi implementato nelle ultime stagioni dalla Benetton Basket. Membro delle commissioni marketing della Lega Basket e di Euroleague nel 2011 ha portato la Benetton Basket all’organizzazione al Palaverde delle Eurocup Finals.

Fonte: Legabasket.it

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata