Baron è inarrestabile, Varese non può nulla: al PalaWhirpool finisce 78-86!

banks varese La Virtus è una candidata allo scudetto e l’ha dimostrato questa sera al PalaWhirpool di Varese: i capitolini, guidati da un infallibile Baron (20) ben coadiuvato da Hosley (17) si sono imposti sui padroni di casa.

Fondamentale per la vittoria finale un grandissimo terzo quarto in cui l’Acea è riuscita a frenare la Cimberio solamente a tre punti segnati, mettendone a segno ben 23.

 

IL PUBBLICO

I riflettori del PalaWhirpool si accendono nuovamente per l’ultimo turno del girone di andata: il pubblico varesino risponde alla grande nonostante la sconfitta maturata in quel di Siena; dalla capitale arriva un piccolo drappello di tifosi giallorossi. L’ex Phil Goss, protagonista a Varese due anni fa, è applauditissimo dal pubblico di casa.

LA PARTITA

Frates schiera un quintetto formato da Clark, Banks, Hassel, Ere (nella foto di Mattia Ozbot) e Polonara.Cimberio Varese

Da parte sua coach Dalmonte parte con Goss, Jones, Taylor, Hosley e Mnakwe.

A rompere il ghiaccio è una tripla di Clark, bissata da una buonissima penetrazione di Polonara. La Virtus non riesce ad ingranare e rimane a secco, Varese ne approfitta ancora con Clark e scava il primo solco (9-0 dopo 4’): a quel punto, però, un parziale di 7-0 dell’Acea firmato Goss-Mbakwe costringe Frates alla sospensione (14-11 a 3 minuti dalla sirena). Due triple di Baron sembrano ristabilire ancora una volta l’equilibrio ma la prodezza di Adrian Banks sulla sirena (tripla più fallo) permette alla Cimberio di chiudere la prima frazione in vantaggio 25-20.

L’inizio non è dei migliori per i padroni di casa perchè ad aprire il secondo quarto sono due triple di Baron (4/5 fino a quel momento) seguite da quelle di Hosley e Taylor, che determinano il primo vantaggio capitolino (32-27 dopo 2’). La reazione di Varese non si fa però attendere: guidati da De Nicolao e Banks i biancorossi mettono la freccia e sorpassano (36-35 al 15’). Il match procede senza grandi sussulti, intervallato solo da due grandi stoppate rifilate da Frank Hassel: nell’ultima azione Banks infila un’altra bomba (incredibile) sulla sirena ma questa volta gli arbitri non convalidano (41-39 per Varese).

Nel secondo tempo Cimberio e Acea partono a rilento: entrambe le formazioni per i primi 3’ di gioco non vedono il canestro fino a quando due triple (Hosley e Banks) mettono fine alla secca. Negli ultimi 5’ Roma comincia a segnare con una certa regolarità e con Baron e Szweczyk firma il primo massimo vantaggio (50-44). Nel finale Varese continua ad avere le polveri bagnate e la Virtus scappa definitivamente (57-44 con 1’ da giocare): l’ultimo minuto serve solo a peggiorare la situazione dei padroni di casa che sprofondano a -18 (62-44, tripla di Taylor sulla sirena), alla fine di un terzo quarto degno del migliore dei film horror.

La ripresa di gioco coincide con una gran tripla di Sakota cui risponde immediatamente Goss. Roma prende tempo, Varese spinge per risalire: i canestri di Banks e Polonara (nella foto dolorante a terra)Cimberio Varese infiammano il PalaWhirpool e costringono Damonte al timeout (55-66). La reazione della Virtus arriva con Hosley e Baron che si caricano la squadra sulle spalle portandola al 78-67 del 38’. La Cimberio ripone le residue speranze in Ere che spara da 7 metri la tripla del -8: purtroppo per Varese, quello del suo capitano è solo un fuoco di paglia e così Roma può gestire con relativa tranquillità il finale. Finisce 86-78 tra i fischi del PalaWhirpool.

 

 

 

CIMBERIO VARESE-ACEA ROMA: 78-86

Cimberio Varese: Scekic 6, Sakota 13, Rush 2, Clark 6, Banks 16, De Nicolao 9, Ambrosini ne, Balanzoni ne, Mei ne, Hassell 4, Ere 8, Polonara 14. All. Frates.

Acea Roma: Goss 6, Jones 8, Tonolli ne, Righetti ne, D’Ercole, Taylor 19, Hosley 17, Finamore ne, Baron 22, Szewczyk 6, Moraschini 2, Mbakwe 6. All. Dalmonte.

Parziali: 25-20; 16-19; 3-23; 34-24.

Progressivi: 25-20; 41-39; 44-62; 78-86.

Note: T3: 8/24 Varese, 11/24 Roma; T2: 19/38 Varese, 20/32 Roma; TL: 16/19 Varese, 13/16 Roma; Rimbalzi: 27 Varese (De Nicolao 5), 36 Roma (Jones, Mbakwe 6); Assist: 11 Varese (De Nicolao 5), 11 Roma (Goss 3).

Niccolò Coscia (@Nick_Coscia)

Foto di Mattia Ozbot