Avellino-Roma mette in palio l’ottavo posto

Per l’undicesima giornata del girone di ritorno del campionato di A Sabato sera (ore 20.30) al PaladelMauro di Avellino andrà in scena l’incontro tra i padroni di casa della Sidigas ed i capitolini dell’Acea Roma. La partita è uno scontro diretto per l’ottavo posto in classifica, l’ultimo valevole per l’ingresso ai play off. Al momento la classifica vede occupare l’ottava posizione in classifica dagli irpini insieme alla Cimberio Varese a quota 26 punti in classifica, mentre i giallorossi romani sono due punti più sotto in classifica a 24.

 

La Sidigas Avellino nello scorso turno di campionato ha visto posticipata la partita contro la Montepaschi Siena, impegnata nella serie dei quarti di Eurolega contro l’Olympiakos, mentre due settimane fa nel turno di campionato interno aveva battuto grazie ad una magia di Marques Green sulla sirena finale l’Angelico Biella di un punto. Vittoria sui piemontesi, che aveva spezzato la striscia negativa degli irpini di tre sconfitte consecutive. Striscia negativa, che ha fatto perdere molte posizioni in classifica agli uomini di Vitucci, coincisa con l’operazione al polso di Taquan Dean, con la rescissione contrattuale di Doum Lauwers, e con gli acciacchi fisici di altri suoi giocatori (Spinelli e Ferrara). La formazione irpina si è vista il proprio roster ridotto all’osso, ma per propria “fortuna” il coach biancoverde sta incominciando ad avere risposte importanti dalle sue seconde linee, come per esempio Infanti autore di 21 nella gara contro Biella. Roma ha vinto le ultime due gare ed è riuscita a rilanciare le proprie ambizioni play-off, dopo un filotto di tre sconfitte consecutive. I romani di coach Calvani ha vinto prima a Caserta, poi nell’ultimo turno interno in casa contro Treviso, dopo un tempo supplementare. Fondamentale fu la vittoria al PalaMaggiò per i romani, perché in caso di sconfitta la formazione capitolina avrebbe incominciato a smontare il proprio roster. Infatti la guardia  Dedovic all’indomani dell’incontro contro i casertani lasciò il club capitolino con direzione Istanbul sponda Galatasaray, mentre il club del presidente Toti bloccò la partenza dell’altra guardia l’americano Tucker, sempre verso Istanbul sponda Fenerbahce, perché la vittoria sui campani aveva riacceso un barlume di speranza per il post season.

Nella gara d’andata al Palatiziano vinse la Sidigas, dopo un tempo supplementare, e questo peserà tantissimo nell’economia dell’incontro di dopo domani. I romani dovranno vincere a tutti i costi per non finire sotto quattro punti in classifica da Avellino con uno 0-2 negli scontri diretti, allo stesso tempo gli irpini potrebbero cancellare Roma dalla zona play-off, ed a quel punto l’ottavo posto diventerebbe un discorso a due tra irpini e Varese.

L’incontro sarà molto equilibrato: gli irpini potranno contare sull’apporto del loro magnifico pubblico, che anche alla vigilia di Pasqua non farà mancare il proprio caloroso sostegno, però i romani potranno contare su un roster più lungo e qualitativo dal punto di vista delle scelte tattiche per coach Calvani. Altro aspetto sarà vedere se nei 15 giorni di stop la formazione avellinese avrà ritrovato la freschezza fisica nei propri uomini, quella freschezza atletica fondamentale per i biancoverdi nel sviluppare il loro gioco in velocità ed in transizione.