Avellino: presentato coach Valli

C’era grande attesa per la presentazione di Giorgio Valli, nuovo coach della Sidigas Scandone Avellino. E la risposta di stampa e tifosi è stata, come al solito, quella di gremire la sala stampa del PalaDelMauro. Il nuovo coach biancoverde resta sorpreso da tanto calore: “Anche qualche anno fa al Sud ebbi un’accoglienza simile, ma voi li avete battuti. – Queste le prima parole in bianco verde del coach – Sono un po’ emozionato perché per me è un bel momento. Arrivo in una società che ha una bella storia e che è reduce da buoni campionati. Raccolgo un’eredità pesante, ma c’è voglia di fare bene ed il vostro calore a scatola chiusa me lo dimostra. Da subito ho notato qualcosa in comune con De Cesare: abbiamo entrambi grande voglia di lavorare. Anche con lo staff ci siamo intesi immediatamente. Sicuramente abbiamo tanto da lavorare per formare una squadra che diverta, sia per gioco che per risultati.”

“Quali sono i suoi obiettivi per la prossima stagione?“
“Sicuramente vogliamo fare bene. Nonostante la crisi, le squadre si stanno attrezzando con buoni giocatori e nessuno vuole perdere. Cercare di raggiungere i playoff è una bella sfida, ma prima di tutto l’obiettivo è di creare un gruppo solido.”

“Dopo la bella esperienza a Scafati si torna a lavorare al Sud.“
“Mi piace molto il Sud e la possibilità di poterci tornare è stata una motivazione in più ad accettare la proposta di Avellino. Mi piace vincere dove c’è passione e qui sicuramente ce n’è tanta”.

“Lo scorso anno l’asse play-pivot composto da Green e Johnson ha offerto grande spettacolo ai tifosi biancoverdi.“
Allo spettacolo però bisogna abbinare le vittorie. Il bel gioco non basta, occorre anche vincere le partite. Il lavoro che richiederà più tempo sarà sicuramente quello offensivo. Green sappiamo essere un giocatore in grado di alzare il livello dei suoi compagni. Speriamo di averlo ancora con noi. Johnson è cresciuto notevolmente la scorsa stagione e ci aspettiamo che confermi il rendimento dello scorso anno.”

“La prossima settimana, insieme ad Antonello Nevola, rappresenterete la Scandone alle Summer League di Orlando e Las Vegas. L’obiettivo è di scovare qualche buon giocatore.”
“Andiamo per vedere giocare dal vivo cercando, innanzitutto, di prendere elementi che stiano bene insieme. Il modo di giocare lo troveremo in un secondo momento.”

“Quando si parla di mercato, a tenere banco sono sempre i giocatori italiani, sempre troppo costosi.”
“Attualmente, sono pochi quelli in grado di fare la differenza in Serie A e i giocatori di prima fascia risultano essere ancora onerosi. Pescare giocatori stranieri è più facile perché il mercato offre tantissime possibilità. Dovremo tenere bene aperti gli occhi per pescare gli atleti migliori”.