Avellino è favolosa e supera una brutta Olimpia Milano

Fesenko è stato un fattore per la vittoria della Sidigas Avellino

Una favolosa Avellino supera l’Olimpia Milano con il risultato finale di

Gli Irpini conducono la partita dall’inizio alla fine guidati da un Fesenko (20 punti alla fine) che domina il primo tempo colpendo nell’area mettendo in difficoltà i lunghi milanesi.
La differenza però la fa la qualità delle conclusioni dall’arco dove Avellino trova troppo facilmente dei tiri aperti. In particolare Ragland (che non doveva giocare per un problema alla spalla) con 18 punti e 4/5 dall’arco.

Troppo lenta la difesa milanese (complice le 4 partite in 8 giorni) che dopo i bei segnali in Eurolega compie un altro brutto passo indietro. Troppo distratti i passaggi e le esecuzioni e diventa difficile competere se Rakim Sanders chiude con 3 punti e una pessima partita su entrambi i fronti.

Problemi dall’arco per Milano in particolare con Dragic (0/4) e Kalnietis (1/5) a cui si aggiunge una sconfitta a rimbalzo dove Fesenko ha fatto la voce grossa.

Avellino: Leunen 3, Thomas 11, Ragland 18, Zerini 3, Green 4, Obasohan 14, Severini, Randolph 7, Fesenko 20

Ea7 Milano: Macvan 5, Abass 3, Simon 5, Mclean 15, Kalnietis 9, Pascolo 9, Sanders 3, Dragic, Fontecchio 2, Raduljica 11, Cinciarini 6