Avellino-Bologna: tra assenze e sogni di mercato gli irpini cercano il riscatto

Domani sera alle 18:15 sulle tavole del PaladelMauro di Avellino si affronteranno i padroni della Sidigas contro la Saie3 Bologna per la quinta giornata del massimo campionato italiano di basket . Entrambe le squadre sono reduci da una sconfitta nell’ultimo turno di campionato: gli irpini sono stati sconfitti nella trasferta di Cremona, mentre i bianconeri bolognesi sono stati sconfitti nel big match dalla scorsa giornata in casa dalla rivelazione Cimberio Varese.

Le squadre, quindi, vengono da una sconfitta nell’ultimo turno, ma l’inizio di stagione è completamente agli antipodi tra le due come recita meglio di qualsiasi altra considerazione la classifica. Avellino è nel gruppone delle ultime in classifica con due punti, frutto dell’unica vittoria interna (ma che vittoria !!!) contro l’Olimpia Milano, mentre la Virtus è terza in classifica insieme alle forti Cantù e Siena dietro al duo di testa composto dalle sorprendenti Sassari e Varese. Le due  squadre arrivano al match di domani sera con qualche dubbio di formazione da sciogliere. I maggiori dubbi, sicuramente, affollano i pensieri del coach di casa Giorgio Valli (cresciuto come coach proprio alla V-nera bolognese come assistente di tal Ettore Messina), ancora eufemisticamente parlando non molto amato dalla piazza avellinese. Il coach ex Ferrara e Montegranaro, infatti, dovrà rinunciare ancora a Dwight Hardy (vicino al taglio? ) per la questione permesso di lavoro, quasi sicuramente dovrà fare a meno della guardia Warren alle prese già dalla settimana scorsa con qualche noia dal punto di vista atletico, mentre saranno della partita Ebi, nonostante la febbre che non lo ha fatto allenare in settimana, e Linton Jhonson, quest’ultimo al rientro dopo aver saltato le ultime due partite contro Milano e Cremona. Piccola postilla di mercato per quanto riguarda la questione del sostituto di Hardy, ieri nella città irpina è rimbalzata con insistenza la voce, che il figliol prodigo Marques Green, idolo incontrastato della platea biancoverde, possa fare ritorno in Irpinia dalla prossima settimana. Infatti non è una notizia di gossip constatare che il piccolo Marques non si è ambientato in quel di Zagabria al Cedevita e voglia cambiare aria, ma sorge un dubbio: sicuro che con l’arrivo di Green a fargli posto  sia Dwight Hardy e non Mustafa Shakur? Sul fronte bolognese, invece, coach Finelli recupera l’ala pivot Stevin Smith , assente nella gara contro Varese perché negli States ad assistere la moglie partoriente, e la guardia Kenny Hasbrouck. In forte dubbio, invece, tra i bianconeri è il play campano Peppe Poeta, che dovrebbe saltare la sfida contro i corregionali avellinesi a causa di un fastidioso problema agli adduttori.

 

Gara non facile da decifrare per tutta la serie di vicissitudini che hanno avuto a livello di roster le due squadre nelle ultime settimane, ma la squadra più penalizzata a livello di assenze e acciacchi appare la Sidigas. Inoltre dalla parte bolognese c’è un gioco più brillante mostrato in questo inizio di campionato, ed anche i precedenti favorevoli in trasferta dei bianconeri in questo inizio stagione, che hanno vinto in entrambe le gare esterne di Cremona e Montegranaro, dimostrando come per la truppa virtussina non sia un problema vincere lontano da casa nonostante i tanti giovani in squadra (Imbrò, Moraschini e l’ex di giornata Viktor Gaddefors). Pronostico favorevole alla Saie3, ma attenzione che Avellino è capace in casa propria di qualsiasi impresa: vittoria su Milano docet, e suona come d’avvertimento per la Virtus.