Avellino-Biella: due punti fondamentali per alimentare speranze di play-off

Domenica sera al PaladelMauro di Avellino (ore 18:15) per la nona giornata del girone di ritorno del massimo campionato di pallacanestro maschile italiano andrà in scena l’incontro tra i padroni di casa della Sidigas Avellino ed i piemontesi dell’Angelico Biella.

 

Partita molto importante in ottica play off, tra gli irpini che occupano l’ottava posizione l’ultima valevole per l’ingresso post season a quota 24 punti insieme alla Cimberio Varese, mentre la formazione piemontese è due punti sotto la coppia composta dagli irpini e dai varesini. Entrambe le squadre non sono reduci da un particolare brillante ultimo periodo di forma. La squadra biancoverde di coach Vitucci è reduce da una triplice sconfitta consecutiva, che nelle ultime giornate pian pianino sta facendo scivolare gli irpini fuori dalla zona play-off. Il periodo di vacche magre in casa avellinese è conciso inevitabilmente con l’operazione al polso infortunato di Taquan Dean,e la rescissione contrattuale dell’altra guardia il belga Doum Lauwers. La doppia assenza non solo ha ridotto all’osso le rotazioni a disposizione del coach irpino, ma ha inoltre eliminato la figura della guardia nel roster irpino, infatti adesso non vi è la presenza di nessuna guardia realizzatrice nella formazione biancoverde. Società irpina, che a causa delle proprie beghe finanziarie non può cercare la soluzione del problema nel mercato con l’ingaggio di una guardia, che possa tappare la falla creatasi nelle ultime settimane. Per questa serie di motivi la rincorsa al post season per la Sidigas è diventata improba e tutta in salita. Non va molto meglio dal punto di vista dei risultati per gli uomini di coach Cancellieri nell’atra metà campo, infatti la formazione piemontese Domenica scorsa ha perso in casa con la Benetton Treviso (seconda sconfitta interna per l’Angelico dopo quella contro Montegranaro). Stop casalingo, che ha azzerato la bella vittoria nel turno precedente in quel di Venezia, e che ha negato la possibilità ai piemontesi di agganciare in classifica la stessa Sidigas e Varese all’ottavo posto.

Nel turno d’andata ebbero la meglio i padroni di casa dell’Angelico per 84-82 dopo un tempo supplementare, ma molti furono i rimpianti per Avellino, che non seppe gestire un vantaggio in doppia cifra negli ultimi minuti. Rispetto a quella partita, nella quale le squadre attraversavano un ottimo momento di forma, come già detto in precedenza le squadre sembrano molto lontane da quei livelli di forma. La Sidigas Avellino per cercare di tornare al successo interno, dopo due sconfitte consecutive (Cantù, Pesaro), si dovrà ancora una volta ancorare intorno al suo genio e motorino instancabile al secolo: Marques Green. Vitucci, però sa benissimo che in questo momento di grande difficoltà, dovrà avere di più da alcuni suoi uomini di talento in ribasso per prestazioni nell’ultimo periodo (Slay), e da giocatori che da ora in avanti avranno più spazio e minuti a disposizione (Infanti e Ferrara). Coach Cancellieri, che potrà contare sull’immenso talento della sua guardia Aubrey Coleman (25 punti nell’ultima uscita contro Treviso), sulla freschezza del proprio play Pullen (molto bella sarà la sfida con il pari ruolo Green) e sull’esperienza dei vari Jurak e Soragana; spera di recuperare l’ex Stella Rossa Tadija Dragicevic assente nell’ultimo turno a Treviso.

Il pronostico vede partire leggermente favoriti gli irpini, che potranno contare sull’apporto del proprio pubblico per un incontro nel quale la Sidigas se vuole continuare la sua rincorsa play-off non può fallire. Anche per l’Angelico sembra essere un incontro da dentro o fuori, con la possibilità in caso di vittoria di portarsi sul 2-0 nello scontro diretto con Avellino.