Avellino batte Biella e riprende la corsa play-off

Torna al successo la Sidigas Avellino davanti al suo pubblico del Paladelmauro per 71-70. Ennesima vittoria stagionale del cuore per gli irpini, che , ancora una volta non curanti delle mille difficoltà che stanno minando il cammino della Sidigas nell’ultimo periodo, hanno colto una vittoria fondamentale nella lotta play-off. Infatti gli irpini, sfatato il tabù negativo degli ultimi tempi in casa, dove gli uomini di Vitucci avevano perso due partite consecutive contro Cantù e Pesaro, raggiungono l’ottava posizione in classifica solitaria approfittando del turno di sosta della Cimberio Varese. L’Angelico, invece, fallisce per un’inerzia l’aggancio alla formazione campana all’ottavo posto, e vede allontanarsi gli avversari a quattro punti in graduatoria. Per la formazione di coach Cancellieri si tratta del secondo stop consecutivo, dopo la sconfitta interna dello scorso turno contro la Benetton Treviso vengono agganciati al decimo posto dalla stessa Treviso e dall’Acea Roma. Alla vigilia si diceva come coach Vitucci per sperare in una vittoria avesse avuto il bisogno delle sue seconde linee, dei giocatori che fino a questo momento della stagione avevano avuto meno spazio, e così alla fine è stato. Infatti la Sidigas ha avuto il suo protagonista a sorpresa da Luca Infanti, di gran lunga il miglior giocatore in campo, che ha giocato probabilmente la sua migliore partita in carriera in massima serie. L’ ex “codino” avellinese ha messo in piedi una prestazione da 21 punti (4/6 da due e 3/4 da tre con 23 valutazione). Oltre il monumentale Infanti, come al solito hanno dato il loro contributo alla vittoria irpina il pivot Jhonson (16 punti e 12 rimbalzi), ed il play Marques Green (12punti e 7 assist in 40 minuti filati in campo), che avuto il grande merito di realizzare da sotto il canestro della vittoria per il 71-70 finale. I migliori per i piemontesi sono state le ali forte: lo sloveno Jurak (17 punti) ed il serbo Dragicevic (18 punti con ottime percentuali e 10 rimbalzi) recuperato nella migliore condizione dopo l’assenza nell’ultimo turno di campionato contro Treviso.

Nella prima parte della partita la formazione ospite, trascinata da uno scintillante Dragicevic, raggiunge il massimo vantaggio sul +6 (10-16 al 5’), ma per gli irpini incomincia la giornata di gloria di Infanti, che propizia un break di 8-0 (18-16 al 7’). Il primo quarto si chiude sul + 4 Sidigas. A metà secondo quarto la formazione biancoverde prova l’allungo (32-25 al 16’), ma Biella rintuzza il tentativo di fuga irpino, e così si va all’intervallo lungo con Avellino avanti sempre di quattro lunghezze (37-33 al 20’). Avellino controlla la partita nel terzo quarto, e nelle battute finali della frazione trova il massimo vantaggio sul 53-44 al 29’, ma Jurak con cinque punti in fila riporta l’Angelico sul – 4 alla fine del quarto (53-49 al 30’).  L’inizio dell’ultimo quarto è tutto a favore di Biella che rimette la testa avanti sul 56-58 al 33’. Gli ultimi minuti della partita sono in grande equilibrio. Nell’ultimo minuto Infanti con due liberi porta la Sidigas avanti (69-68), Soragna gli risponde con la stessa moneta dalla lunetta (69-70), ma poi Green regalerà con un canestro da sotto la vittoria alla sua squadra.

Sidigas Avellino – Angelico Biella 71-70 (25-21, 37-33, 53-49)

Avellino: Infanti 21, Jhonson 16, Green 12, Golemac 11, Gaddefors 4, Slay 7

Angelico Biella: Dragicevic 18, Jurak 17, Coleman 9, Pullen 9, Miralles 8, Soragna 4, Chessa 5

Mvp: Luca Infanti