Ancora Mandrake: Sassari espugna Venezia e si conferma in testa

Il Banco Sardegna Sassari espugna il campo di Venezia battendo i padroni di casa dell’Umana per 92-93 dopo un tempo supplementare. Con la vittoria nella bolgia del Taliercio i sardi confermano la propria imbattibilità in campionato, e si confermano in testa alla classifica con la Cimberio Varese, che a sua volta nel big match di giornata ha violato il campo di Bologna. Oramai la squadra di coach Sacchetti sembra aver preso gusto ai finali in volata che si risolvono con i canestri del sorpasso di Drake Diener. Anche in questa occasione infatti a confezionare i due punti del sorpasso ci ha pensato Mandrake , ma mentre nella gara casalinga della settimana scorsa contro Cantù  il canestro della guardia americana era arrivato sulla sirena, in questa occasione i veneziani hanno avuto la possibilità della replica, fallita dal play Clark.  Grande rammarico, invece, per i padroni di casa che non sono riusciti a festeggiare la vittoria al ritorno tra le mura amiche del Taliercio, dopo oltre un anno di esilio forzato in quel di Treviso, perché il palasport veneziano non era a norma per ospitare le gare di massima serie. Per la squadra di coach Mazzon arriva, così, il primo stop stagionale interno, co una classifica abbastanza deludente con solo due punti frutto di una sola vittoria e tre sconfitte.

La gara è stata equilibratissima fin dalle prime battute di gioco (20-20 al 8’), solo sulle pieghe finali del primo quarto i veneziani hanno operato un mini allungo (28-24 al 10’). Però immediatamente ad inizio secondo quarto Bootsy Thornton con due bombe in fila riportava la targa degli isolani avanti (33-34 al 14’). L’Umana però sfruttando la grande fisicità dei suoi uomini Diawara e Williams ritrovava il massimo vantaggio sul +6 al 16’ (44-38).  Si va all’intervallo lungo in grande equilibrio con i padroni di casa avanti di tre punti (48-45 al 20’) grazie un canestro del serbo Zoroski che rispondeva ad un’altra tripla dello scatenato Thornton. La gara rimane equilibratissima fino al 60-60 del 28’, poi Venezia, trascinata da un Diawara scatenato autore di 8 punti in un battito di ciglio, piazza un break di 10-2 ed allunga al nuovo massimo sul 70-62 allo scadere del terzo quarto di gioco. Ad inizio quarto finale la Reyer raggiunge il vantaggio in doppia cifra sul 72-62 , ma il Banco non si fa intimorire, e con i canestri di Ignerski e di Travis Diener impatta a quota 77. È proprio una bomba del cugino di Drake a dare la perfetta parità. Venezia con Szewczyk  si riporta avanti (79-77), ma Sassari con una schiacciata di Easley e due tiri liberi di Thornton va avanti (79-81) nell’ultimo minuto di gioco. Venezia va in attacco fallisce due tentativi, uno per il sorpasso uno per il pareggio, fino a quando al terzo tentativo Bulleri porta la partita al supplementare (81-81 al 40’). Il supplementare è palpitante ed in grande equilibrio, Clark con quattro punti in fila fa entra i suoi in vantaggio nell’ultimo minuto sul 90-88. Thornton con un gioco da tre punti da il nuovo vantaggio alla squadra sarda (90-91), ma ancora Clark con due liberi riporta la Reyer avanti. Poi come abbiamo raccontato in precedenza si entra nel Mandrake time così il Banco sorpassa per il 92-93 finale, mentre all’ottimo Clark non riesce il controsorpasso.

Umana Venezia-Banco Sardegna Sassari 92-93 (28-24, 48-45, 60-52, 81-81)

Venezia: Clark 23, Diawara 17, Williams 13, Szewczyk 10, Bulleri 10, Young 9, Magro 6, Zoroski 2, Marconato 2

Sassari: Thornton 21, Ignersky 21, Drake Diener 16, Travis Diener 18, Easley 13, De Vecchi 2, Vanuzzo 2