Al Ruffini la Fiat Torino supera un’opaca Milano: Banchi vince la sfida contro Pianigiani

kaleb tarczewski, milano

Il posticipo della decima giornata ha un finale inaspettato: la Fiat Torino supera l’Ea7 71-59, la surclassa in termini di energia e ingabbia il talento delle guardie a disposizione della squadra lombarda.

Il duello “made in Siena” fra Banchi e Pianigiani vede trionfare il primo, che è riuscito a non far entrare mai in ritmo l’attacco dell’Ea7 intasando l’area ed è bastata questa scelta per far crollare il castello tattico delle scarpette rosse.

Nel primo tempo le squadre confermano di non attraversare un gran periodo: la Fiat come accaduto in settimana in Eurocup perde troppi palloni (11 al 20′), mentre Milano in attacco ha poche e confuse idee.

Patterson però indica la via ai compagni attaccando il ferro ogni volta che ne ha l’opportunità, non trovando opposizione alcuna: a metà secondo quarto ha già 13 punti a referto, mentre Milano riesce a rimanere a contatto grazie ai rimbalzi offensivi di Tarzcewski (7+7 al 20′) e all’unica fiammata di Jerrels.

Le pessime percentuali al tiro dell’Olimpia rimangono tali anche al rientro (6/30 dai 6.75) e la partita si spacca, anche perchè problemi di falli escludono dal match sia Gudaitis che Tarczewski. Senza la loro presenza sul parquet, Torino acquista anche il controllo dei tabelloni e aumenta con il passare dei minuti il vantaggio: è Mbakwe a scandire i sempre più cospicui vantaggi, mentre l’Ea7 non ha la forza per ribattere e chiude il terzo quarto con solo 8 punti segnati.

Raggiunto il massimo vantaggio sul +20 (55-35) con Jones, Cinciarini d’orgoglio prova a reagire ma non riesce a far entrare nel match le bocche da fuoco Theodore, Bertans e Jerrels. La Fiat smarrisce da sola il filo e obbliga Banchi al time out, ma nonostante la scarsa abilità nel gestire il vantaggio, gli avversari tornano sotto la doppia cifra di svantaggio quando manca poco più di un minuto alla fine. Troppo tardi per riuscire nell’impresa.

MVP Banchi: Convertire una squadra poco incline all’applicazione difensiva e con Dna offensivo è merito suo e riuscire a farlo contro la squadra candidata al titolo merita una menzione.

Tabellino Torino-Milano 71-59 (16-14; 16-13; 20-8; 19-24)

Torino: Patterson 16, Garrett 3, Vujacic 10, Washington 3, Mbakwe 15, Mazzola ne,Poeta 4, Okeke 2, Stephens ne, Jones 9, Parente ne, Iannuzzi 9. All:Banchi

Milano:Vecerina ne, Pascolo, Tarczewski 9, Micov 9, Theodore 7, Jerrels 10, Bertans 2, Cinciarini 9, M’Baye 6, Cusin 2, Abass, Gudaitis 5. All: Pianigiani.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *