Virtus Roma: si va a Caserta per invertire la rotta

 

Cambiare la rotta. Questo è l’obiettivo degli uomini di coach Calvani impegnati domenica sera alle 20,30 contro la Otto Caserta. Quello del PalaMaggiò sarà un incontro tra due squadre che rischiano seriamente di non avere più obiettivi da qui fino a fine stagione.

Infatti le due compagini sono appaiate entrambe a quota 20 punti e, a meno di clamorosi colpi di scena, la salvezza sembrerebbe essere raggiunta mentre i play-off, lontani quattro punti, sembrerebbero irraggiungibili a causa dell’incostanza nei risultati dei due roster. Roma, pur avendo a disposizione giocatori di buon livello, si è dimostrata troppo spesso poco squadra e capace di giocare solo sui singoli; Caserta, invece, causa anche problemi finanziari, si è trovata costretta a ridurre il monte ingaggi strada facendo e in questa direzione si legge il taglio del lungo Kevin Fletcher.

Per la Otto la stagione può in ogni caso ritenersi più che soddisfacente: partita con l’obiettivo della salvezza ha poi veleggiato ben al di sopra delle aspettative iniziali. Per la Virtus, invece, l’obiettivo iniziale, quello della post-season, sembrava in un primo momento raggiungibile, ma una lunga serie di risultati altalenanti ha fatto in modo da portare i giallorossi quasi alle soglie della retrocessione. Ecco quindi l’esonero di Lardo e l’arrivo di Calvani col quale Roma ha collezionato tre vittorie nelle prime tre (Montegranaro, Varese e Siena) e poi altrettante sconfitte (Cremona, Sassari e Cantù). Caserta è anch’essa reduce da prestazioni altalenanti: 4 sconfitte (Siena, Varese, Cantù e Milano) e due vittorie (Pesaro e Casale) nelle ultime 6 partite.

Nella gara d’andata fu Caserta ad espugnare il PalaTiziano per 89 a 82 con una grande prestazione del trio Andre Smith -Alex Righetti-Andre Collins autori rispettivamente di 21, 20 e 17 punti e a niente valsero i 19 punti del giallorosso Nihad Dedovic. Per Roma sarà fondamentale riuscire a contenere la coppia Collins-Smith vera arma letale dei bianconeri; riuscire a limitare l’asse play-pivot significherebbe arrestare gran parte della capacità offensiva casertana. I capitolini dovranno invece essere abili nel riuscire ad innescare l’uomo di maggior talento del proprio roster ossia Clay Tucker, reduce dalla pessima prestazione di Cantù.

Arbitreranno l’incontro i signori Taurino, Lo Guzzo e Terreni.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata