Virtus Roma, Datome: “Play-off possibili, ma non possiamo commettere più errori”

Nell’ultimo periodo uno degli uomini più in forma in casa Virtus Roma è sicuramente Gigi Datome e l’ex Siena ha fatto il punto sulla situazione della società capitolina in un’intervista rilasciata a Leggo.it.

Sul capitolo play-off l’ala sarda è molto chiara: “Ora il traguardo è meno lontano. Abbiamo mantenuto vive le speranze battendo fuori casa una concorrente diretta come Varese, ma siamo ancora a quattro punti dall’ottavo posto. Dobbiamo avere la consapevolezza di non poter fare più errori. Domenica sarà dura, perché Siena è una corazzata, ma vorrei che dessimo una prova di quel che valiamo. Vincere sarebbe preziosissimo, ma anche tenerle testa fino in fondo potrà esserlo. Dobbiamo mandare un segnale forte, insomma, prima di tutto a noi stessi”.

Domenica, come detto, arriva Siena e sul fatto di essere un’ex dice: “Sono passati ormai 5 anni, non è più come le prime volte. A 16 anni avevo scelto Siena perché pensavo fosse la squadra giusta per crescere, ma le mie esigenze di giovane che aveva bisogno di minuti non si conciliavano con un progetto che voleva vincere da subito. E allora ci siamo separati. Ma nessun rancore”.

E sul cambio di allenatore puntualizza: “Non mi piace fare paragoni ma, per usare una metafora ben conosciuta, Calvani con noi è tanto bastone mentre Lardo con la squadra, forse, era troppo carota. Marco ci sta addosso, ferma l’allenamento e ci corregge se le cose non vanno. Prima c’era più libertà e questo magari non ci ha aiutato, anche perchè siamo un gruppo ancora molto giovane”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata